Atp Pechino: Fognini supera Fucsovics in due set e approda in semifinale

Atp Pechino: Fognini supera Fucsovics in due set e approda in semifinale

Il tennista ligure si è guadagnato l’accesso alle semifinali dell’ATP 500 di Pechino. Nella sfida che l’ha visto opposto all’ungherese Marton Fucsovics, si è affermato con il punteggio di 6-4 6-4, in un’ora e quaranta minuti di gioco. Il suo prossimo avversario sarà Juan Martin del Potro, che ha sconfitto Filip Krajinovic per 6-3 6-0. La seconda semifinale sarà invece tra Kyle Edmund e Nikoloz Basilashvili.

di Federico Gasparella

La cronaca:

[4]F.Fognini b. M.Fucsovics 6-4 6-4

Le prime fasi della frazione inaugurale sono trascorse in maniera altalenante, in quanto entrambi i giocatori hanno faticato a difendere i rispettivi game di battuta, tanto da vedersi costretti ad annullare diverse palle break. Fognini, in seguito, ha raggiunto una maggiore consistenza in ogni aspetto del gioco, mentre Fucsovics ha continuato a non incidere sufficientemente e a soffrire oltremodo le risposte aggressive dell’avversario nei turni di servizio. Il ligure si è avvantaggiato di un break al quinto gioco, concretizzando la prima circostanza utile avuta a disposizione, sullo score di 30-40. L’azzurro ha poi consolidato il distacco senza incontrare evidenti difficoltà. Sul 5-4 in suo favore ha servito per il set, ma l’ungherese, sia di risposta sia negli scambi che ne sono conseguiti, ha cercato di sorprendere Fognini attraverso il compimento di ripetute azioni offensive. L’azzurro, a quel punto, ha trovato il necessario supporto dalla prima palla di servizio, portandosi sul 40-40. Subito dopo ha trovato lo spunto determinante ed ha fatto proprio il set per 6-4. In merito alla seconda frazione, Fabio ha preso completamente il sopravvento sull’avversario. Oltre a disputare dei turni di battuta in maniera robusta e a non concedere praticamente nulla all’ungherese, ha avuto un rendimento decisamente elevato di risposta al servizio di Fucsovics. Questa condizione gli ha permesso di conquistare due break di fila, al quinto e al settimo gioco. Sul punteggio favorevole di 5-2 ha potuto servire per la partita, tuttavia, complice un calo di tensione, ha vanificato due match point a disposizione ed ha finito per concedere il contro break. La vittoria è stata comunque rimandata di poco, visto che ha potuto capitalizzare il secondo break di vantaggio: sul 5-4 ha chiuso il turno di battuta a trenta, raggiungendo la conquista del set con un altro 6-4 ed aggiudicandosi l’accesso alle semifinali.

Gli altri risultati:

[1]J.Del Potro b. F.Krajinovic 6-3 6-0

[5]K.Edmund b. D.Lajovic 6-3 7-6(4)

N.Basilashvili b. M.Jaziri 6-2 6-2

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Angela Serusi - 2 mesi fa

    Benissimo Fognini peccato che da quel di Tokio arrivino notizie non positive visto che Nishikori ha battuto tsisipas, addio finals, veramente un gran peccato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Andrea Mennilli - 2 mesi fa

    Forza Fabio , gioco da top ten, seconda partita perfetta, con il gigante argentino sarà molto dura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Carla Miracca - 2 mesi fa

    quando perde, insultato in modo vergognoso. quando vince passa tutto sotto silenzio. se poi dovesse perdere con DelPotro (cosa possibilissima) apriti cielo, ne sentiremo di tutti i colori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Steve Togni - 2 mesi fa

    Nessun commento scomodo??? Sono due partite consecutive che fa ad un livello da top ten…. giocatore italiano più talentuoso!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mirko Aschiero - 2 mesi fa

      Steve Togni l’ignoranza dilaga… Sono certo che l’80% di chi lo considera un pagliaccio o mediocre non ha mai fatto agonismo… A meno che per agonismo non si intenda

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mark Otto - 2 mesi fa

      state sereni. di solito arriva avanti nei 250, ma nei 500 ci e’ arrivato una volta sola. 1000 e slam non pervenuto. non e’ mediocre, e’ un buon giocatore per questi tornei. e’ bravo e miliardario, ma smettete di paragonarlo ai top ten per favore. e’ cosi’ difficile stare coi piedi per terra ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Steve Togni - 2 mesi fa

      Mark Otto il
      Paragone ad un top
      Ten mi è venuto per la qualità di gioco sviluppata in queste ultime due partite, da confini ci si può aspettare di vincere da un top te ne che perda dal 200 del
      Mondo .

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy