Atp Queen’s: Murray lotta ma alla fine si arrende a Kyrgios. Ok Dimitrov e Djokovic

Atp Queen’s: Murray lotta ma alla fine si arrende a Kyrgios. Ok Dimitrov e Djokovic

Il tennista scozzese, al suo ritorno in una competizione ufficiale dopo essere stato lontano dai campi da gioco per quasi un anno, ha realizzato una prestazione al di sopra di ogni più rosea aspettativa, sfiorando addirittura la vittoria contro Nick Kyrgios. In merito alle altre gare, Grigor Dimitrov, Novak Djokovic, Milos Raonic e Feliciano Lopez sono approdati agli ottavi di finale.

di Federico Gasparella

Il resoconto della giornata di gare:

N.Kyrgios b. A.Murray. 2-6 7-6(4) 7-5

Lo scozzese si è espresso con disinvoltura e a buoni ritmi nel corso della prima frazione. In particolare, ha ben contenuto le ripetute accelerazioni dell’australiano, eseguendo una serie di recuperi prodigiosi e contrattaccando prontamente. Kyrgios, di contro, è risultato meno brillante del solito, soprattutto all’interno dei turni di servizio, dove ha concesso all’avversario troppe opportunità per conseguire il punto di risposta. Non a caso ha ceduto due break, al sesto e all’ottavo gioco, che alla fine hanno consentito a Murray di vincere il set per 6-2. In avvio di secondo parziale, il britannico è calato improvvisamente nel rendimento alla battuta, finendo per regalare i primi due turni di battuta a Kyrgios. Quest’ultimo, tuttavia, non ne ha approfittato fino in fondo, in quanto ha continuato a condurre dei turni di servizio costellati da errori. Dapprima, ha concesso il contro break al secondo gioco e poi all’ottavo, permettendo a Murray di riprenderlo sul 4-4. La frazione si infine decisa al tie break, dove Kyrgios, in ragione di una migliore gestione dei punti decisivi, si è imposto per 7-4. La terza partita ha avuto un andamento più equilibrato rispetto alle precedenti, nonostante entrambi i contendenti non siano sembrati al meglio sotto il profilo atletico. Murray in particolare ha risentito della lunga lontananza dai campi da gioco, risultando sempre meno fluido nei movimenti, pur rimanendo agganciato nel punteggio all’australiano. In conclusione, sul 6-5 in favore di Kyrgios, l’ex numero uno del ranking ha ceduto il break e la partita, a seguito degli insistenti attacchi di risposta dell’australiano.

[2]G.Dimitrov b. D.Dzumhur 6-3 6-7(4) 6-3

Grigor Dimitrov, testa di serie numero due del tabellone, si è guadagnato l’accesso agli ottavi di finale. In merito alla sfida contro Damir Džumhur, il bulgaro non ha incontrato particolari ostacoli durante la prima partita, riuscendo ad aggiudicarsi gran parte dei duelli da fondo campo e dimostrandosi decisamente solido alla battuta. Al quarto gioco ha conquistato il break, grazie a cui ha potuto chiudere favorevolmente il parziale per 6-3. La seconda frazione si è messa subito nel verso giusto per Dimitrov, il quale ha allungato nel punteggio con un break conquistato al terzo gioco. Tuttavia, quando oramai sembrava nelle sue mani la vittoria del match, si è imbattuto in un prolungato calo di tensione verso la metà del parziale, nel quale ha commesso numerosi gratuiti. In questo modo, ha permesso a Dzumhur di rientrare in partita. Il bosniaco dapprima ha recuperato il break e successivamente ha costretto Dimitrov a giocarsi il parziale al tie break, dove è stato in grado di conseguire la vittoria per 7-4. Il tennista bulgaro ha continuato ad esprimersi in maniera altalenante anche all’inizio della frazione decisiva, tanto da concedere un break in apertura. Verso la metà del parziale è tornato comunque a comandare le operazioni, approfittando anche dei limiti del bosniaco sulla superficie veloce e finendo per superarlo definitivamente per 6-3.

[WC]N.Djokovic b. [Q]J.Millman 6-2 6-1

Novak Djokovic ha avuto ragione di John Millman piuttosto agevolmente. Fin da subito è sembrato incolmabile il divario tecnico fra i due giocatori. Djokovic ha potuto fare ciò che ha voluto nel corso degli scambi, senza mai incontrare una difesa consistente. Inoltre, ha potuto approfittare dei continui problemi al servizio di Millman. In merito al punteggio, l’australiano ha concesso ben due break, al quinto e al settimo gioco, che hanno consegnato il parziale per 6-2 al serbo. Le stesse dinamiche si sono potute osservare nella seconda frazione, rese ancor più evidenti a causa di un calo atletico accusato da Millman. L’australiano, infine, ha perso ben tre turni di battuta, cedendo il set per 6-1 e la partita.

M.Raonic b. Y.Bhambri 6-1 3-1 (Vittoria per ritiro)

Il tennista canadese ha approfittato del ritiro del suo avversario, l’indiano Yuki Bhambri, avvenuto per infortunio verso la metà del secondo set. I due giocatori si trovavano sul punteggio di 6-1 3-1 per Raonic. Va detto che anche nel corso della prima partita il tennista indiano è sembrato in una condizione atletica precaria, non riuscendo ad opporre alcun tipo di resistenza al gioco del canadese.

Gli altri risultati:

L.Mayer b. [3]K.Anderson 7-6(4) 4-6 7-6(3)

[Q]J.Benneteau b. T.Berdych 7-5 3-6 6-3

[SE]J.Chardy b. [Q]T.Smyczek 6-2 6-4

F.Lopez b. D.Goffin 6-3 6-7(7) 6-3

A.Mannarino b. D.Evans 6-4 0-6 7-5

K.Edmund b. R.Harrison 7-6(4) 6-4

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Massimo Mangiarotti - 1 mese fa

    Mi girano le palle che avanzi Raonic “l’anti tennis ” servizio .ace servizio ace che cacchio di tennis è. ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Roberto Aurecchia - 1 mese fa

      Ma non puoi pretendere da andy e tornato dopo un anno..poi ha beccato uno come kiryos che serve anche bene..ma non preoccuparti che a breve tornerà ad essere competitivo..è lotterà tra i grandi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Massimo Mangiarotti - 1 mese fa

      Roberto Aurecchia ti sbagli. Sto commentando Raonic.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Marco Antonelli - 1 mese fa

      Ognuno vince con i mezzi che ha

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Massimo Mangiarotti - 1 mese fa

      Marco Antonelli si tratta di vedere scambi di colpi . Non una gara di aces.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Giuseppe Rosano - 1 mese fa

      Ragazzi di sicuro non è un bel tennis. Ma il servizio è fondamentale per vincere. Vedete isner

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Massimo Mangiarotti - 1 mese fa

      Giuseppe Rosano penso che per tennisti oltre una certa altezza venga introdotto una sorta di “handicap ” come nel golf.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    7. Massimo Perini - 1 mese fa

      Poi incontra Federer e Kaput

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    8. Massimo Perini - 1 mese fa

      Giuseppe Rosano Può essere ma quando incontrano Federer o Nadal. Kaput assicurato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    9. Massimo Mangiarotti - 1 mese fa

      Massimo Perini si . Ma non esistono solo loro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Roberto Aurecchia - 1 mese fa

    Tornerà tra i grandi..perchè lui è un grande

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy