ATP San Paolo: niente da fare per Sonego e Giannessi

ATP San Paolo: niente da fare per Sonego e Giannessi

In Brasile, nella serata italiana, sono caduti anche gli ultimi due giocatori azzurri.

di Jonathan Zucchetti, @J_Zucchetti

Djere b. Giannessi 7-6(5) 4-6 6-4

La partita tra l’azzurro Giannessi e il serbo Djere è stata decisa davvero sul filo del rasoio: nel primo set, il vincitore dell’ultima edizione del torneo di Rio de Janeiro, conquista subito un break, lo porta avanti fino al 5-4 in suo favore, ma proprio nel momento di chiudere il parziale subisce il ritorno del giocatore italiano. Si giunge, dunque, al tie-break: qui l’equilibrio regna nuovamente sovrano, con entrambi i giocatori che tengono il servizio fino al 6-5 in favore del serbo. Nel momento della verità, però, è Giannessi a cedere, consegnando il primo parziale all’avversario.
Il secondo set parla completamente italiano: il giocatore di La Spezia, infatti, conquista subito due break, portandosi avanti per 3-0. Poco conta il servizio perso subito dopo: Giannessi terrà i propri turni di battuta fino alla fine del set, chiudendolo per 6-4.
Il parziale decisivo, al contrario, si apre in salita per l’azzurro: subito sotto per 3-0 con un solo break di svantaggio, riesce a reagire, recuperando il deficit e portandosi sul 4-4. L’equilibrio dura poco però: nuovamente, nel momento importante, Djere sale di livello e vince un turno di risposta decisivo nel decimo game del set, chiudendolo per 6-4.
Ad aspettarlo ora c’è la testa di serie numero 2 Malek Jaziri.

Mayer b. Sonego 6-1 3-6 6-3

L’incontro tra Lorenzo Sonego e Leonardo Mayer si apre all’insegna del giocatore argentino: infatti, il giovane azzurro riesce a tenere botta fino al terzo game ma poi, sull’1-2, perde 4 giochi di fila, permettendo all’avversario di chiudere comodamente per 6-1.
Nel secondo parziale, Sonego mostra di essere decisamente più in partita: ottiene un break nel secondo gioco, perdendolo nel game successivo, ma, soprattutto, riesce a vincere in risposta l’ottavo game del set, che gli permette di servire avanti per 5-3; l’azzurrino qui non sbaglia, e rimanda i festeggiamenti del sudamericano di un set.
A decidere le sorti della partita decisiva, e quindi dell’intero incontro, è solamente un break: Mayer lo ottiene nel quarto game dopo una strenua lotta, e lo difende con le unghie fino alla fine della partita, tanto che gli permetterà di chiudere il parziale per 6-3, conquistando la vittoria finale.
Per un posto in semifinale, Mayer dovrà sfidare Christian Garin.

mayer-rome-2016-sunday

 

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Carla Gileno - 3 mesi fa

    Visto Sonego! Peccato!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy