Atp San Paolo: vince Joao Sousa, eliminato il giovane Ruud

Atp San Paolo: vince Joao Sousa, eliminato il giovane Ruud

In Argentina, Joao Sousa, tds 4, sconfigge in due parziali Renzo Olivo, terribile quest’oggi al servizio, mentre Delbonis mette fine alla striscia positiva di Casper Ruud trionfando con il punteggio di 75 63. Attualmente è in corso il match che vede opposti Berlocq e Pella, mentre più tardi inizierà l’incontro Elias-Ramos.

Commenta per primo!

E’ ancora in corso questa terza giornata a San Paolo, aperta dalle vittorie di Sousa e Delbonis e che si chiuderà con il match Elias-Ramos.

SOUSA IN SCIOLTEZZA- Il match che ha aperto il programma odierno ha visto affrontarsi Joao Sousa e Renzo Olivo, con il portoghese che ha trionfato senza patemi in due rapidi set. L’incontro è stato fin da subito assurdo e pieno di colpi di scena: nel primo set, ci sono stati break nei primi 5 games e, per un turno di servizio tenuto, è stato necessario attendere il sesto game quando la tds 4 ha finalmente tenuto la battuta. Olivo, al contrario non è riuscito ad invertire la rotta ed ha perso per la quarta volta consecutiva nel parziale, facendo l’en plein, il servizio, permettendo dunque al suo avversario di chiudere 62 un set condizionato dai doppi falli e dove è risultato fatale il rendimento al servizio dell’argentino che, paradossalmente, ha avuto una percentuale di punti vinti sulla seconda di servizio più alta di quella sulla prima. Nel secondo parziale, l’inerzia è sembrata non esser cambiata, non a caso, nei primi due games ci sono stati due break e, proprio come nel set precedente, sulle palle break nei due giochi d’apertura c’è stato un doppio fallo che ha quindi causato la perdita del servizio. Incredibilmente, nel gioco successivo, Renzo Olivo è riuscito a tenere, per la prima volta nel match, il turno di servizio, dopo 5 persi, anzi ha addirittura avuto una palla break nel seguente game, non riuscendo comunque a convertirla. Le palle break sono di fatto scomparse e non ce n’è stata traccia prima del nono game, quando il tennista originario di Guimaraes, alla seconda occasione, ha messo a segno il break, poi rivelatosi decisivo ai fini del match, quest’ultimo portato a casa dalla tds 4 con il punteggio di 62 64. Il tennista argentino ha pagato caro il progressivo calo avuto sulla prima di servizio, mentre il suo avversario è stato molto abile a sfruttare le chances capitategli.

RUUD CEDE A DELBONIS- Il secondo match di giornata ha avuto come protagonisti la settima tds, Delbonis, ed il giovanissimo norvegese Casper Ruud, quest’ultimo reduce dalla semifinale a Rio. Il match è stato fin da subito inglobato da una fase di studio prolungata che non ha permesso ai due tennisti di rischiare troppo e le zero palle break a disposizione ne sono la prova. Una svolta sembrava poter avvenire nell’undicesimo gioco, quando l’argentino ha offerto ben due occasioni di break al suo avversario, il quale non è riuscito a convertirle ed ha dunque perso il game garantendo almeno il tie-break alla tds 7. Il punto cruciale del set, infine, è arrivato nel gioco successivo, con il 18enne forse ancora con la testa alle due palle break precedenti, che ha un po’ lasciato andare il game consentendo a Delbonis di mettere a segno il break a 15; con quest’ultimo servizio strappato si chiude un parziale, nel quale il tennista di Azul, malgrado una percentuale di prime non altissima, è stato capace di avere un ottimo rendimento al servizio mettendo in seria difficoltà Ruud, che ha conquistato solamente 7 punti in risposta. Nel secondo parziale, è partito decisamente meglio Federico Delbonis, che ha vinto 12 dei primi 15 punti piazzando un allungo importante e portandosi avanti 3-0. Da qui in poi, l’argentino ha regolarmente amministrato il match non concedendo più nulla al tennista di Oslo, anzi ha rischiato anche di chiudere la pratica anzitempo, a causa di un match point avuto sul 5-2; ha così conquistato una vittoria piuttosto importante, soprattutto dati i buoni segnali arrivati dal servizio, 9 aces, e da una buona percentuale di punti vinti in risposta sulla seconda, che sfiora il 50 %, dove Delbonis deve particolarmente insistere.

ALTRI MATCH- Attualmente è in corso il derby argentino che vede opposti Carlos Berlocq, tds 8, e Guido Pella, ed è appena terminato il primo parziale, durato la bellezza di un’ora e 24 minuti e dal quale è uscito vincitore Pella con il punteggio di 75. In questo primo set, sono state ben 10 le chances di break non sfruttate ed il punteggio finale è stato causato dal break arrivato nel dodicesimo gioco, quando il tennista di Bahia Blanca ha chiuso al secondo set point. Da segnalare, inoltre, ben 6 doppi falli commessi da Carlos Berlocq ed una percentuale di prima in campo pessima, entrambi sotto il 50 %, che comunque ha fruttato molti punti. Al termine di questo match, avrà inizio l’incontro che chiuderà il programma odierno e vedrà opposti il portoghese Elias e la tds 2, lo spagnolo Ramos.

Atp San Paolo- Secondo turno

(7) F Delbonis d C Ruud 75 63

(4) J Sousa d R Olivo 62 64

(8) C Berlocq – G Pella in corso

(2) A Ramos – G Elias dalle 00:30

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy