Atp San Pietroburgo: Berrettini si arrende in tre set a Denis Shapovalov

Atp San Pietroburgo: Berrettini si arrende in tre set a Denis Shapovalov

Buona prestazione di Matteo Berrettini, che gioca per due set alla pari con Shapovalov, vincendone uno ed avendo set point in suo favore nell’altro, salvo poi crollare nel terzo parziale, perso 6-0.

di Antonio Sepe

Nonostante la sconfitta, Matteo Berrettini esce a testa alta dal torneo di San Pietroburgo, sconfitto al secondo turno dalla tds 7 Denis Shapovalov, giocatore indubbiamente più affermato di lui e dotato di colpi che non tutti nel circuito possono vantare. La prestazione odierna del tennista romano è stata comunque molto positiva ed ha confermato i pregi di Matteo, già ammirati nel match d’esordio contro Garcia-Lopez, mettendone in evidenza però anche le lacune. Matteo ha infatti servito discretamente bene, mettendo a segno 7 aces, ma ha faticato molto a contenere l’esplosiva risposta del canadese, che spesso ha aggredito Berrettini e lo ha costretto a cominciare lo scambio già in difficoltà oppure a volte impedendogli proprio di uscire dal servizio. Malgrado ciò, il primo set è stato estremamente equilibrato e si è risolto solamente al tie-break in favore di Shapovalov, mentre nel secondo il tennista azzurro non è mai calato ed alla fine l’opportunita gli si è presentata. Purtroppo, però, Matteo ha dato davvero tutto nel secondo set, senza lasciare nulla per il terzo, dove Shapovalov non ha perso neppure un punto al servizio ed ha dominato in tutto e per tutto, imponendosi 6-0. 

PRIMO SET- Come pronosticabile, il match è in da subito molto equilibrato e combattuto e viene dominato dai servizi, i quali, però, più si va avanti nel set più appaiono attaccabili e meno solidi. Ciononostante, solamente due games dell’intero parziale terminano ai vantaggi e l’unica palla break dell’intero set viene annullata da Berrettini, che nega al suo avversario di portarsi avanti. Il parziale si deciderà dunque al tie-break, dove il primo a portarsi avanti è il canadese, che si aggiudica i primi due punti, salvo poi assistere alla rimonta del tennista azzurro, che recupera il mini break di svantaggio fino a portarsi a set point, sul 6-5. Shapovalov però non trema e mette a segno i tre punti consecutivi che gli valgono il primo set. Berrettini_50

SECONDO SET- Nella seconda frazione di gioco sono ancora i servizi a fare la differenza ma, rispetto al set precedente, quello di Berrettini è decisamente più fragile, non a caso l’italiano è costretto ad annullare due palle break ed a faticare più del previsto per rimanere a galla, riuscendo comunque ad issarsi sul 5-4. A sorpresa, in questo momento del set il canadese ha un clamoroso passaggio a vuoto che permette a Matteo di piazzare il break a 0 ed approfittarne per portare la sfida al terzo set. 6-4 dunque in favore di Berrettini, che dopo un’ora e mezza di gioco circa è ancora in piedi. shapovalov

TERZO SET- Nonostante le aspettative fossero decisamente più rosee, il terzo parziale è un disastro per il tennista romano, che non riesce a racimolare neppure un game e, dato altrettanto clamoroso, neppure un punto in risposta. A dir la verità, Matteo è stato anche un pizzico sfortunato in quanto sia nel primo che nel quinto gioco ha avuto chances per tenere il servizio. Shapovalov non ha però lasciato spazio a nessun tipo di rimonta, neanche un accenno, ed ha inflitto al tennista azzurro un perentorio 6-0 che ha messo fine alla sfida. Ai quarti di finale, Denis Shapovalov affronterà Martin Klizan, che nella giornata di ieri ha sconfitto Fabio Fognini, e partirà leggermente favorito. I due non si sono mai affrontati finora.

Atp San Pietroburgo – Secondo turno

(7) D Shapovalov d M Berrettini 76 (6) 46 60

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy