ATP San Pietroburgo e Metz: bene Bolelli e Lorenzi, out Verdasco

ATP San Pietroburgo e Metz: bene Bolelli e Lorenzi, out Verdasco

Nei tornei ATP di Metz e San Pietroburgo, Paolo Lorenzi e Simone Bolelli vincono e convincono contro Darcis e Rublev. Ora per il romano c’è l’esame Kohlschreiber, mentre il romagnolo se la dovrà vedere con Berdych.

Passata la Coppa Davis, ora ci si addentra pian piano nelle fasi clou dei due tornei della settimana, i tornei ATP di Metz e San Pietroburgo. Nei tornei indoor attualmente in corso in Russia e Francia, gli italiani scesi in campo oggi hanno risposto presente, vincendo in entrambi i casi i match in cui erano impegnati.

Stiamo parlando di Simone Bolelli e Paolo Lorenzi, impegnati in differenti tornei ma vincitori dei match odierni. Il primo, alle prese con l’idolo di casa Andrey Rublev, nel torneo pietrobueghese riesce a mettere in scena una straordinaria rimonta dopo aver perso il primo set in maniera rocambolesca. L’esperienza del bolognese gli permette di rimanere concentrato e demolire colpo su colpo il giovanissimo moscovita, che non riesce a prendere le contromisure.

Il tennista romano, impegnato nel torneo transalpino, sconfigge l’eroe di Davis della scorsa settimana, Steve Darcis, anch’esso grazie a una rimonta. Difatti, dopo che il fiammingo aveva dominato nel primo set, lasciando solo un gioco all’avversario, Lorenzi ha ripreso in mano le redini dell’incontro e ha ribaltato di lì a poco il parziale, chiudendo con un doppio 6-3.

bolelli_ok.jpg

Gli altri match del torneo francese hanno visto la vittoria di Dustin Brown in tre set su Rajeev Ram, dopo tre set di battaglia, e la sconfitta di Verdasco in due tie-break contro il meno quotato Gilles Muller. Il lussemburghese si è reso protagonista di un buon match dove ha saputo finalizzare meglio del suo avversario i minibreak conquistati nel tie-break. Philipp Kohlschreiber ha la meglio sull’australiano John Millman, assiduo frequentatore dei tornei del circuito Challenger. Il tennista Aussie è comunque riuscito ad impensierire il tedesco in varie occasioni, perdendo il primo set solo al tie-break. Il tennista di casa Herbert la spunta contro l’ucraino Stakhovsky, non correndo mai particolari pericoli e concedendo poco e niente al suo avversario meglio classificato.

Nel torneo russo, invece, salta all’occhio la disfatta di Kokkinakis, impegnato nel match contro Granollers. Lo spagnolo, da diverso tempo in fase calante, si è trovato in uno stato di grazia tale da riuscire ad eliminare il giovane Aussie in soli due set, rifilandogli un doppio 6-3. Gabashvili non ha alcun problema a superare Shyla in neanche un’ora mentre Lucas Pouille ne impiega quasi tre per estromettere Berankis dal torneo. L’impresa di giornata la stava per compiere anche Albot, che perde al terzo contro Joao Sousa dopo essersi accaparrato il primo set e aver rischiato nettamente di fare suo anche il secondo.

I risultati:

ATP Metz

Gilles Muller (LUX) d. (8)Fernando Verdasco (ESP) 76(3) 76(2)
Dustin Brown (GER) d. Rajeev Ram (USA) 63 36 63
Paolo Lorenzi (ITA) d. Steve Darcis (BEL) 16 63 63
(5)Philipp Kohlschreiber (GER) d. John Millman (AUS) 76(5) 63
(WC)Pierre Hugues Herbert (FRA) d. Sergiy Stakhovsky (UKR) 62 75

ATP San Pietroburgo

Simone Bolelli (ITA) d. (WC)Andrey Rublev (RUS) 46 63 61
Marcel Granollers (ESP) d. Thanasi Kokkinakis (AUS) 63 63
(7)Joao Sousa (POR) d. (Q)Radu Albot (MDA) 36 75 64
Lucas Pouille (FRA) d. Ricardas Berankis (LTU) 76(9) 36 76(4)
Teymuraz Gabashvili (RUS) d. (Q)Yaraslau Shyla (BLR) 62 62

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy