ATP San Pietroburgo: Stan Wawrinka soffre un set ma supera Bautista, sfiderà Zverev in finale

ATP San Pietroburgo: Stan Wawrinka soffre un set ma supera Bautista, sfiderà Zverev in finale

Continua la striscia vincente di Stan Wawrinka. Lo svizzero, dopo lo straordinario successo agli US Open, lascia le briciole ai rivali anche all’ATP 250 di San Pietroburgo, raggiungendo l’atto finale senza cedere alcun set. “Stan the man” ha superato in semifinale Roberto Bautista Agut, che ha dato del filo da torcere nel primo set prima di sciogliersi nella seconda frazione: 7-6(8) 6-2 il punteggio finale in favore del numero 3 del mondo, che domani si giocherà il titolo contro Alexander Zverev.

Se era lecito aspettarsi un calo da parte di Stan Wawrinka, dopo lo straordinario successo agli US Open sul numero 1 del mondo Novak Djokovic che gli aveva riconsegnato finalmente lo smalto perduto nell’ultimo periodo, pare proprio, al contrario, che lo svizzero non voglia fermarsi. Con il netto successo su Roberto Bautista Agut, infatti, “Stan the man” si è guadagnato l’accesso alla finale dell’ATP 250 di San Pietroburgo, senza cedere alcun set per tutta la settimana. Nel primo scontro diretto contro il tennista spagnolo, ha faticato solo nel primo parziale, in cui, nonostante un ottimo livello di gioco, non è riuscito a prendere il sopravvento, con l’iberico che è riuscito a difendersi e a rimanere in scia nel punteggio. Una volta rotto l’equilibrio, poi, non c’è stato più nulla da fare per Bautista, la cui regolarità non è bastata ad arginare le accelerazioni e la potenza dell’elvetico.

BAUTISTA LOTTA, STAN LA SPUNTA AL TIE-BREAK- La chiave dell’incontro è stato senza dubbio il primo parziale, molto lottato ed equilibrato. Wawrinka prova a prendere in mano le operazioni, ma Bautista non vuole cedere e tiene testa. Entrambi non brillano al servizio e si ritrovano in difficoltà, guadagnandosi più occasioni di togliere la battuta. Dopo tre palle break sprecate per ciascuno, alla fine, l’equilibrio non si spezza e la contesa viene decisa dal tie-break.

Anche la partita decisiva segue l’andamento del set, rivelandosi equilibrata e decisa da pochi punti. Le chance, anche in questa occasione, non mancano: il primo a tentare un allungo è proprio lo spagnolo, che si issa a set point in ben due occasioni, prima sul 6-5 e poi sull’8-7. Stan, però, non trema con le spalle al muro e, sventato il pericolo, trova lo spunta decisivo che gli permette di aggiudicarsi la prima frazione al fotofinish, con il punteggio di 10-8. Pur con qualche difficoltà, insomma, il campione degli US Open può tirare un sospiro di sollievo, e trarre fiducia in vista del secondo set.

MONOLOGO DI WAWRINKA- Forte del vantaggio acquisito, lo svizzero dilaga nel secondo parziale. Bautista subisce il contraccolpo e smarrisce il servizio già in apertura, concedendo il primo break del match; Stan sfrutta alla grande l’inerzia favorevole, spinge da fondo campo e senza alcuna difficoltà amministra il vantaggio fino al 4-2. Nel settimo game, il numero 3 del mondo riesce a scardinare nuovamente la battuta e a piazzare un secondo break, per poi chiudere poco dopo la sfida con il netto punteggio di 6-2.

DOMANI LA FINALE CONTRO ZVEREV- Con la vittoria in semifinale, Wawrinka ha aggiornato il parziale di incontri vinti consecutivamente, portandolo a 1o per la prima volta dal Gennaio 2015. Domani, lo svizzero si giocherà il titolo numero 16 in carriera contro il giovane Alexander Zverev, vittorioso su Tomas Berdych, e ci arriverà con una statistica più che incoraggiante: si è aggiudicato, infatti, le ultime 11 finali consecutive, l’ultima proprio a New York contro Nole Djokovic. Vedremo, dunque, se “Stanimal” si confermerà l’uomo delle grandi occasioni.

Il risultato:

[1]S.Wawrinka b. [4]R.Bautista Agut 7-6(8) 6-2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy