ATP Shangai, doppio: Bolelli e Fognini conquistano la finale. Avanti anche Klaasen e Melo

ATP Shangai, doppio: Bolelli e Fognini conquistano la finale. Avanti anche Klaasen e Melo

Fabio Fognini e Simone Bolelli raggiungono l’ennesima finale del loro fantastico 2015. A Shangai gli azzurri sconfiggono per 5-7 7-6(5) 10-3 Daniel Nestor e Edouard Roger Vassellin, e nella giornata di domani affronteranno Melo e Klaasen.

Fabio Fognini e Simone Bolelli hanno sconfitto nella prima semifinale di doppio maschile la coppia formata da Roger-Vassellin e Daniel Nestor, conquistando la quarta finale dell’anno. Vince anche la coppia inedita di Klaasen e Melo, che hanno avuto la meglio su Bopanna e Kubot.

Continua l’ottima stagione di Fabio Fognini e Simone Bolelli. Gli azzurri, che si sono qualificati automaticamente alle ATP World Tour Finals, traguardo davvero fantastico, hanno superato anche la semifinale in quel di Shangai, agguantando la quarta finale del 2015, la terza in un 1000, dopo quelle di Indian Wells e Montr Carlo.

Fabio e Simone hanno disputato un’ottima prova nella mattinata italiana, recuperando un set di svantaggio a Daniel Nestor e Edouard Roger-Vassellin, due veterani del circuito con moltissima esperienza. Il primo parziale è stato molto combattuto, ma alla fine, dopo uno scambio di break, gli italiani si sono arresi con il punteggio di 7-5. Gli azzurri però non hanno mollato, sono rimasti aggrappati ai loro avversari nella seconda frazione, e hanno portato in parità il conto dei set, aggiudicandosi il tie-break per 7 a 5.

Nel super tie-break finale, poi, Fabio e Simone hanno dominato in lungo e in largo, trionfando per 10 punti a 3 e volando all’atto decisivo del torneo, e domani si giocheranno la loro prima finale a Shangai.

image

I loro avversari saranno Marcelo Melo, campione del Roland Garros 2015, e Klaasen. La coppia formata dal brasiliano e dal sudafricano ha sconfitto Bopanna e Kubot, in tre set. Dopo un primo parziale vinto per 6-3, Melo e Klaasen sono capitolati nel tie-break della seconda frazione, ma nel tie-break decisivo sono riusciti ad alzare il livello, imponendosi per 10 a 7.

Si prospetta quindi una finale interessante, nella speranza che Fognini e Bolelli possano aggiungere un altro successo oltre a quello storico degli Australian Open.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy