ATP-WTA di Indian Wells, i match di giornata. Semifinali femminili assolutamente da non perdere!

ATP-WTA di Indian Wells, i match di giornata. Semifinali femminili assolutamente da non perdere!

Ultimi due quarti di finale nel tabellone maschile e semifinali femminili oggi in programma al BNP Paribas Open, in una giornata di match interessantissimi, in special modo fra le donne

di Gabriele Congedo

Il Day 12 del BNP Paribas Open di Indian Wells propone al maschile gli ultimi due quarti di finale, quelli della parte bassa del tabellone, che decreteranno gli ultimi due semifinalisti dopo i già qualificati Federer e Coric. Al femminile invece, è già giornata di semifinali, con due incontri entrambi interessantissimi e dall’esito tutt’altro che scontato. Vediamo nel dettaglio.

ATP (Tabellone qui)

Juan Martin Del Potro, impegnato oggi contro Kohlschreiber
Juan Martin Del Potro, impegnato oggi contro Kohlschreiber

Lo statunitense Sam Querrey, testa di serie n. 18, sfida oggi il canadese Milos Raonic, testa di serie n. 32, per un posto in semifinale. Querrey, attualmente n. 21 del mondo dopo aver perso molti punti con l’uscita prematura ad Acapulco, cerca riscatto nel Master 1000 americano, dove fino ad ora ha eliminato nei turni precedenti il più anziano dei fratelli Zverev, poi Bhambri e Feliciano Lopez. In un incontro dove il servizio risulterà arma decisiva, Raonic si presenta ben riposato, non avendo giocato il match di ottavi a causa del ritiro di Baghdatis. Il canadese, ancora non al meglio della condizione, è tornato finalmente a superare dei turni in un torneo che conta, ma non si può dire che l’abbia fatto agevolmente, avendo avuto bisogno di 3 set per spuntarla su Joao Sousa nel turno precedente. Querrey parte sicuramente favorito, per condizione fisica e per classifica, ma sappiamo bene come nel tennis sottovalutare l’avversario, anche se non al top della forma, può rivelarsi un grave errore. I precedenti dicono 2 vittorie a testa, di cui l’ultima targata Raonic ai quarti di Wimbledon 2016.

Nell’altro quarto di finale maschile, Juan Martin Del Potro, testa di serie n.6 e unico top 10 rimasto nel torneo oltre a Federer, affronterà il tedesco Philipp Kohlschreiber, n.31 del seeding. Anche questo sarà un incontro il cui esito resta incerto. Delpo, pur favorito, ha lui stesso dichiarato di essere stanco, dopo la vittoria in rimonta contro Leo Mayer, e di avere dolore alla schiena. Il tedesco, dal canto suo, ha giocato un ottimo match contro Marin Cilic, battuto in due set, non gioca un quarto di finale in un Master 1000 da ben otto anni, e appare molto motivato anche dal fatto che in questo momento fra i top 10, dietro Federer, vi è molta incertezza e molti giocatori sono battibili, come lui stesso ha dichiarato. i precedenti sono di 6 vittorie a 2 per Delpo, anche se le ultime due sfide tra i due, entrambe giocate nel 2016 a Stoccarda e Monaco, sono state vinte dal tennista di Augsburg.

WTA (Tabellone qui)

Daria Kasatkina, protagonista del torneo californiano e semifinalista oggi contro Venus Williams
Daria Kasatkina, protagonista del torneo californiano e semifinalista oggi contro Venus Williams

Le semifinali del torneo WTA Premier Mandatory si annunciano tutte da vedere. Nella prima, la n.1 del seeding e del mondo Simona Halep affronta la 20enne giapponese unseeded Naomi Osaka, autrice di uno splendido torneo fin’ora. L’interesse, e se conosciamo un po’ gli americani, anche il tifo della maggior parte del pubblico, sarà sicuramente per la Osaka. 20 anni e considerata già da tempo una futura stella del tennis mondiale ma ancora non capace di effettuare quel “salto di qualità” per continuità di prestazioni, la giovane Naomi ha certamente nelle corde le qualità per sconfiggere una top 10. Era successo già in passato, ed è successo ancora in questo torneo, dove sono cadute sotto i suoi colpi, fra le altre, Sharapova, Radwanska, Pliskova. Potrebbe essere  questo un momento clou per la carriera della giapponese, che comunque vada oggi sarà Lunedi al n. 31 del mondo con best ranking, ma se dovesse oggi riuscire nell’impresa di battere la Halep, entrerebbe nelle prime 30. I confronti fra le due parlano di 3 vittorie a zero per la n.1 del mondo rumena, di cui l’ultima avvenuta un anno fa a Miami.

L’altra semifinale ha una trama più o meno simile: tennista navigata e pluri-decorata contro giovane stella emergente, esperienza contro esplosività e sfrontatezza, la sfida fra Venus Williams e Daria Kasatkina è da divano, birra e pop-corn! Due generazioni a confronto saranno in campo, dato che fra le due ci sono ben 17 anni di differenza. E se da un lato Venus non ne vuole sapere, a 37 anni, di smettere di giocare a tennis ad altissimo livello, dall’altro lato Dasha sta vivendo probabilmente il momento di svolta della sua carriera, che la consegnerà nell’olimpo delle grandi. Già entrata in top 20 con la finale a Dubai, la giovane russa non si è fermata, e nel corso del torneo in terra californiana ha prodotto del tennis fatto di solidità ma anche di grande aggressività e spettacolarità, battendo facilmente 3 campionesse Slam, e relegando ieri la povera Kerber, spazzata via in meno di un’ora, a semplice comparsa. Male che vada, la Kasatkina sarà già da Lunedi al n. 14 del mondo, ma abbiamo motivo di credere che anche lei non voglia certo fermarsi qui. 1:1 il computo degli head to head, con la Williams che si è affermata nell’ultimo incontro tra le due, a Wimbledon 2016.

Si inizia a mezzogiorno in California, le 20 in Italia (clicca qui per il programma completo degli incontri). Tutti gli incontri di singolare saranno giocati nello Stadium 1, ma oggi è Venerdì, e magari si può rimanere svegli un po’ più a lungo per vedere dei match che promettono tutti grande spettacolo!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy