Boris Becker: “Kyrgios una delle piú grandi minacce per Djokovic”

Boris Becker: “Kyrgios una delle piú grandi minacce per Djokovic”

L’allenatore di Djokovic definisce Kyrgios una “minaccia” ipotizzando però che il campione serbo potrebbe giocare sino ai 37 anni. Qual è la vera minaccia?

Becker, allenatore di Djokovic, ha espresso un’opinione molto lusinghiera su Kyrgios nelle scorse ore: “E’ una delle più grandi minacce per Djokovic, si valutano più i suoi comportamenti che il suo reale livello di gioco”.

Nell’intervista rilasciata a Fox Sports Becker ha individuato il controverso tennista di Canberra come il più pericoloso tra i giovani: “Sarà un grande campione, l’ho visto molto da vicino. E’ un grande competitore, molto difficile da battere e molto creativo. Ha un grande servizio e i grandi scenari lo esaltano”.

Il difetto, se così possiamo definirlo, è una maturità completa che ancora in campo fatica a manifestarsi. “E’ giovanissimo, ha tempo, ma effettivamente è questo che rallenta la sua completa esplosione”.

djokovic-fist

Dopo aver esaltato le qualità di Kyrgios, Becker viene interrogato sul suo pupillo: “Djokovic ha di fronte tantissimi altri grandi campioni, non vince perché gli altri sono scarsi ma perché si allena davvero duramente per mantenere costante un grandissimo livello. Ma è molto difficile raggiungere tutto questo”.

Una domanda che tutti si pongono è la seguente: riuscirà il campione serbo a superare la clamorosa serie di 17 Slam vinti da Federer? La risposta di Becker è sibillina: “Al momento è inverosimile, non ne parliamo e non è nell’agenda, vogliamo fare bene in questo 2016. Quando avrà 35 o 37 anni ne parleremo”.

A proposito di minacce, questa lo è.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Angelo Lafranconi - 2 anni fa

    Becker l unica cosa che dovrebbe fare , oltre sparare cazzate , far domanda come testimonial del tavernello

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy