Buon compleanno Elias Ymer

Buon compleanno Elias Ymer

Elias Ymer , oggi numero uno del tennis svedese, ha certamente una lunga strada da compiere prima di ripercorrere le gesta dei vari Borg, Wilander, Edberg e Soderling, ma lo svedese etiope d’origine che oggi compie vent’anni, ha delle potenzialità che sono estremamente ben valutate dagli addetti ai lavori

1 Commento

Elias ha iniziato a giocare a tennis all’età di 4 anni, spinto dal padre, maratoneta professionista e tifoso di Michael Chang.
Il debutto nell’Atp è arrivato nel 2013 al torneo di Bastad, in cui è stato sconfitto in 3 set da Dimitrov, ma la prima vittoria è arrivata un anno più tardi sempre a Bastad su Kukushkin. Il 2014 è stato l’anno in cui Elias è riuscito a portare a casa ben 28 incontri su trenta nel circuito Futures, da aprile a giugno, conquistando ben 5 titoli.

Il 2015 verrà invece ricordato dal giovane svedese per essere stato insieme a Dancevic nel 2011, l’unico capace di qualificarsi in tutti e 4 i tornei del Grande Slam nell’era Open, con vittorie su tennisti del calibro di Paire, Chung, Rola e Montanes. A wimbledon si è qualificato nel main draw dopo aver battuto nell’ordine Thomas Fabbiano, Boy Westerhof e Guido Pella, ed uscendo sconfitto al primo turno in 4 set ad opera di Ivo Karlovic.

Inoltre, a Barcellon,a come wild card ha battuto De Bakker in 3 set, Kyrgios 7-6 al terzo, salvando due match poin  prima di uscire sconfitto per mano di Ferrer al terzo turno.
EliasYmer

Il 2015 è stato anche l’anno in cui ha conquistato il primo titolo Challenger, in Italia a Caltanissetta battendo in finale Fratangelo, vittorie che gli hanno consentito di raggiungere il suo attuale best ranking alla posizione 127.

Il 2016 per lui non si è certamente aperto nel migliore dei modi considerata l’uscita al primo turno delle qualificazioni del torneo di Chennai, in cui era il primo favorito del seeding, contro il croato Ante Pavic, n.449 del ranking ATP. Ma questa non è stata la debacle più clamorosa di Ymer, che, nel Challenger di Jinkoping, nella sua Svezia, è stato estromesso dal torneo al terzo turno dall’olandese n.824,  Matwe Middelkopp.

Insomma un cammino non privo di difficoltà per il giovane Elias, ma quello che è sicuro che la Svezia intera punta su di lui per tornare ai fasti del passato.

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Diana Yu - 12 mesi fa

    Bravo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy