Ecco il calendario ATP 2018: new entry Pune e New York

Ecco il calendario ATP 2018: new entry Pune e New York

La stagione ancora deve terminare, ma è stato reso noto il calendario della stagione 2018 del circuito ATP. Ecco una panoramica dei tornei dell’anno prossimo

3 commenti

La stagione non è finita e il mondo del tennis sta già pensando all’anno che verrà. Il calendario ATP 2018 è già stato pubblicato con pochissimi cambiamenti, ma quelli prodotti meritano una menzione. Dopo la rivoluzione degli ultimi anni, con l’inclusione di un’altra settimana per i tornei in erba e le modifiche imposte dai Giochi Olimpici a Rio de Janeiro del 2016, il circuito si stabilizza ma continua ad esplorare nuovi limiti. La prossima finale delle NextGen ATP Finals, l’innovazione di questo 2017, sarà proseguita, probabilmente con sede a Milano fino al 2021 e saranno mantenuti i nove Masters 1000 , i 13 ATP 500 e i 40 ATP 250 . Il cambiamento della Coppa Davis non è ancora diventata efficace in termini di date e l’ITF non prevede di apportare modifiche importanti per questo 2018. Le modifiche apportate sono del solito luogo del Masters 1000 in Canada, dopo che si è tenuto quest’anno a Montreal, con piacevoli sorprese, con vincitore Alexander Zverev e semifinalista il classe ’99 di casa Denis Shapovalov, si terrà a Toronto nel 2018. Niente di nuovo nella ATP 500 ma due nuove sedi tra gli ATP 250.

zverev-washington-2017-sf

NUOVE SEDI ATP 250- La città indiana di Pune ospiterà il mitico torneo che si tiene nella prima settimana del circuito e subentra a Chennai, sede del torneo dal 1997. Il torneo più sorprendente e mediatico è quello che si tiene a Memphis dal 1971, come un’offerta di svago sempre molto legata alla musica e, più in particolare al rock, all’essere questa città americana la mecca di questo genere musicale. Tuttavia, New York ha investito molto nel tennis e in aggiunta per gli US Open, ospiterà il torneo che si terrà dal 12 al 18 febbraio in coincidenza con il torneo ATP 250 di Rotterdam e l’ATP 250 di Buenos Aires. Si sottolinea la continuità dei tornei che non sono stati facili nel processo di nascita e di consolidamento nel circuito, come quelli di Bucarest, Anversa e Lione. Una menzione speciale merita il successo che può avere la Laver Cup in questo calendario, che già quest’anno ha attirato tanti campioni, al di là degli infortunati: che in futuro possa sostituire la Coppa Davis, stile Ryder Cup nel golf? Dopo il successo dell’Europa, in casa, a Praga, l’anno prossimo la tre giorni si terrà a Chicago dal 21 al 23 settembre, in coincidenza con i tornei ATP 250 di Chengdu e Shenzhen.

Laver Cup
1000 AL POTERE- I primi mille, si svolgeranno a marzo, in Florida e California, anche se Parigi-Bercy, programmato al momento per 29 ottobre, potrebbe intromettersi per essere più competitivo rispetto a quello degli altri anni, per poi iniziare sulla terra rossa a Monte Carlo il 16 Aprile. I tornei che si svolgeranno in Spagna saranno giocati: dal 23 al 29 aprile, l’ ATP 500 Barcelona e dal 7 al 13 maggio il Masters 1000 di Madrid, per poi giungere a Roma il 14. Tra il 6 e il 13 agosto invece, con il solito duo, Canada- USA, a Montreal e a Cincinnati. Si finirà in Cina l’8 ottobre, per poi andare in Francia, spostamenti permettendo. Guardando avanti al 2019 grandi cambiamenti sono attesi a causa del desiderio di tornei in crescita, come Madrid, Roma e Shanghai, che hanno già sollevato la loro pretesa di generare un vero e proprio terremoto e costringere l’ ATP ad affrontare riforme globali. Infatti, quest’ultimi vogliono diventare, al pari dei tornei di Indian Wells e Miami, mini-Slam oppure i cosiddetti “5° Slam”, che si disputano per una decina di giorni, con la partecipazione di maggiori di teste di serie per rendere il tutto più equilibrato e avvincente, soprattutto in ottica di un futuro equilibrato.
SITUAZIONE SLAM- Si inizia subito a metà gennaio, a Melbourne: che ci sia qualche altro ritorno dopo la finale del 2017? I terreni di conquista di Rafael Nadal a Parigi e di Roger Federer a Wimbledon, ospiteranno il torneo rispettivamente: il 28 maggio e il 2 luglio. Infine, l’ultimo torneo dei Major, a Flushing Meadows si terrà il 27 agosto: chi sarà il successore di Rafa? In bassoil calendario ATP 2018 completo e la data di inizio di ogni torneo:

ATP 2018 Calendario

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Marzia Terranova Di Gregorio - 2 settimane fa

    Leonardo Di Gregorio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Raffaele la Sala - 2 settimane fa

    Salve, si può avere un file dove scaricare il calendario?
    Grazie mille

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tennis Circus - 2 settimane fa
      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy