Caos scommesse: fuori i nomi, c’è anche Hewitt!

Caos scommesse: fuori i nomi, c’è anche Hewitt!

A sorpresa presente anche Rusty nei 15 nomi resi pubblici da Showlegend. Nadal non ci sta: “L’ATP deve punire come Dio comanda”.

Showlegend ha pubblicato i primi 15 nomi coinvolti nel tennis gate: a sorpresa inserito fra i sospettati anche Lleyton Hewitt, ritiratosi ieri dopo il match contro Ferrer. L’australiano replica: “Una farsa”; parla anche Rafa Nadal, molto infastidito: “Voglio i nomi, i colpevoli paghino”.

Sulla base dell’inchiesta di BBC e BuzzFeed sono stati resi finalmente noti i nomi di chi, per ora, sarebbe coinvolto nello scandalo scommesse che in questi giorni sta sconvolgendo il mondo del tennis. Tra i 15 nomi fatti ci sono: Juan Ignacio Chela, Ivan Dodig, Matthew Ebden, Teymuraz Gabashvili, Daniel Gimeno Traver, Andrey Golubev, Jan Hajek, Lleyton Hewitt, Denis Istomin Lukas Lacko, Albert Montanes, Michael Russell e Janko Tipsarevic.

Il sito d’informazione ha precisato, però. che si tratta solo dei nomi che sono stati comunicati. Perciò, non necessariamente, questi tennisti sono colpevoli di aver aggiustato volontariamente il risultato di un loro match. Lleyton Hewitt, accusato il giorno dopo essersi ritirato tra la gloria generale, non ci sta: “Questa situazione è una farsa assoluta. E’ assurdo il fatto che sia uscito il mio nome in questa vicenda”.

E’ anche intervenuto Rafa Nadal, numero cinque del mondo ed eliminato al primo turno in questa edizione degli Australian Open: “Io sono ignorante da questo punto di vista, ma non ho mai saputo niente di questo genere nel circuito ATP, nessuno mi ha mai contattato nè mi ha dato informazioni su questa cosa. Sento dire che nei tornei minori, i Challenger e i Futures, c’è gente che lo fa, ma non so con certezza, nè l’ho vissuto in prima persona”.

E’ impossibile che gente che ha vinto degli Slam abbia truccato delle partite” – aggiunge – “Se le persone truccano i match di Challenger e Futures, cosa che non vedo nonostante giochi ogni settimana, l’unica soluzione plausibile è che l’ATP faccia il possibile per eliminare questa cosa e che punisca come Dio comanda. Bisogna rispettare le regole. E la stessa cosa accade con i casi di doping, voglio i nomi: con i nomi, automaticamente escono i colpevoli. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy