Caro Fabio, ora devi osare di più

Caro Fabio, ora devi osare di più

Fabio Fognini a Gstaad ha vinto il suo quinto torneo in carriera, un ATP 250. L’unico torneo di rango superiore nella bacheca del ligure resta l’Open di Amburgo e dato il suo talento ora a Fabio si chiede di andare oltre.

Qualche anno fa, era il 2014, quando Fabio vinse il torneo di Vin del Mar in Cile, qualcuno titolò: “Fabio e adesso batti Nadal !!!”. Sembrava un imperativo retorico, quanto impossibile, non tanto per il dislivello tecnico tra Fabio e Rafa, quanto per il fatto che il Fogna nazionale non risponda sempre del proprio talento. Invece il tennista ligure rispose più volte presente all’appello della stampa italiana, sconfiggendo il maiorchino sul rosso, sul cemento e persino in un torneo dello Slam. Ora a Fabio, che ritroviamo a distanza di 3 anni, marito e fresco papà, chiediamo ancora qualcosa in più: di ambire finalmente alla vittoria in tornei più prestigiosi di semplici 250.

epa06117268 Fabio Fognini of Italy celebrates with the tophy after beating Yannick Hanfmann of Germany in he final of the Swiss Open tennis tournament in Gstaad, Switzerland, Sunday, July 30, 2017. EPA/PETER SCHNEIDER

FABIO SEMPRE PRESENTE – Non che non siamo contenti della sua bella vittoria a Gstaad, dimostrazione che Fognini sotto, sotto sa essere sempre presente; ma a lui, che dichiaratamente ambiva l’assalto alla top-ten, si può e si deve chiedere di più. Inutile chiedergli quella continuità che non è mai riuscito a darsi, né di non incappare in quei match dove si mostra svogliato e quasi costretto a scendere in campo ma l’ambizione di lavorare alle vittorie in palcoscenici più importanti come un 500 od un master 1000, è roba alla sua portata. Anzi, è Fabio che dovrebbe chiederlo a se stesso, a 30 anni deve prendere coscienza del talento conferitogli dagli dei e capire che è giusto massimizzarlo negli anni di carriera che gli restano.

L’ETÀ DELLA MATURITÀ – A 30 anni può iniziare una nuova carriera: le ragazze del tennis italiano ce lo hanno dimostrato e Fognini si è finalmente scrollato di dosso quella pressione di enfant prodige che in passato tanto lo aveva soffocato. Con la vittoria in svizzera, la quinta della sua carriera, l’azzurro ha eguagliato Corrado Barazzutti, confermando di essere uno dei migliori tennisti italiani degli ultimi anni. E noi sappiamo che Fabio, può fare ancora di più.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Anna Galbani - 4 mesi fa

    ???!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pier Franco Parisi - 4 mesi fa

    È solo un montato sfigato interista

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy