Caujolle: “Federer è il più grande atleta di sempre. Ma Kyrgios…”

Caujolle: “Federer è il più grande atleta di sempre. Ma Kyrgios…”

Il direttore del torneo di Marsiglia, durante un’interessante intervista rilasciata a Le Provence, si è recentemente espresso sugli incredibili risultati della leggenda svizzera, accostandolo per certi versi anche al giovane talento australiano.

di Riccardo Costarelli, @rickycostarelli

In questi giorni a Marsiglia si sta disputando la venticinquesima edizione dell’ATP 250 “Open 13”, torneo ricco di nomi importanti quali Tomas Berdych, Lucas Pouille, Gilles Simon e Stan Wawrinka.

La manifestazione annovera tra i finalisti delle precedenti edizioni anche un certo Roger Federer, all’epoca solo 18enne. Nell’edizione del 2000, infatti, lo svizzero arrivò ad un passo dal trofeo, perdendo al tie-break del terzo set contro il connazionale Marc Rosset.

In un’intervista a Le Provence, il direttore del torneo francese Jean-François Caujolle ha cantato le lodi del Maestro svizzero dopo la sua vittoria di Rotterdam. “Quello che sta facendo Roger Federer è impressionante, è il più grande atleta della storia”, ha detto, non nascondendo il sogno di avere di nuovo Federer in tabellone pur sapendo di non poter permettersi di ingaggiarlo.

oldest_federer

Chi invece ha partecipato recentemente al suo torneo, riuscendo anche a vincerlo nel 2016, è stato Nick Kyrgios. E durante la stessa intervista, Caujolle ha accostato la giovane star australiana proprio al Federer di inizio carriera.

Nick è molto simile a Federer da giovane”, ha detto. “Era impetuoso come lui da ragazzo. La sua qualità principale è il carisma, lo si vede sul campo. Ha un temperamento forte, con molti alti e bassi. Se fosse un po’ più tranquillo, più strutturato mentalmente, potrebbe essere il numero uno. Lo stesso si poteva dire per Nastase ed, in un certo senso, anche per Gael Monfils ed altri che non hanno mai raggiunto il loro pieno potenziale. Ma ricordate, anche Federer da giovane era irruento, nervoso ed irascibile, perché secondo lui non riusciva a raggiungere la perfezione.”

Ma Nick deve ancora fare il salto decisivo per raggiungere certi livelli. Il 22enne australiano, scivolato al numero 15 del ranking, ha conquistato 3 titoli ATP ma non è ancora riuscito a superare i quarti di uno Slam. Secondo Caujolle, Kyrgios dovrebbe imparare a controllare le proprie emozioni, proprio come ha fatto Roger nel corso degli anni. “Federer ha lavorato molto su se stesso per poter raggiungere gli obiettivi stabiliti. È diventato più tranquillo in campo, perché quello era il modo per vincere. In generale, sul campo non è necessario mostrare sempre le proprie emozioni.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Cristina Isidori - 4 mesi fa

    Sì ciao!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Michele Monfasani - 4 mesi fa

    Merda e cioccolata…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Antonio Campaniello - 4 mesi fa

    Federe il più grande tennista. Atleta è altra cosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Lorenzo Arena - 4 mesi fa

    Lo dovevi dire te , non lo sapevamo ahahaha

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Massimo Compagnoni - 4 mesi fa

    Bravissimo pure lui !!.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Riccardo Albenghi - 4 mesi fa

    Questa democrazia sta diventando intollerabile, permette anche ai direttori di tornei infimi di esprimere la loro opinione e bestemmiare Roger

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Scalzo Orlando - 4 mesi fa

    Che puttanate

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Lorenzo Mincarini - 4 mesi fa

    Nel circuito seguo anche Kyrgios perché è bravo ed emoziona con il suo gioco ! Ma per favore non facciamo paragoni con chi E’ IL TENNIS PERSONIFICATO perché è come bestemmiare !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Mariano Como - 4 mesi fa

    L australiano e un ottimo tennista…ma per favore nn facciamo paragoni che nn esistono….se se se ….Federer È….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy