Challanger: Roma 2 e Orleans

Challanger: Roma 2 e Orleans

Giornata di quarti di finale in terra di Francia. Il ricco challanger di Orleans ha presentato una giornata densa di sorpresa, con l’uscita della prima testa di serie del torneo, Sergiy Stakhovski sconfitto dal belga Jan Lennard Struff con un secco 6-4 6-2.  Nessuna sorpresa negli altri due quarti, che hanno visto le vittorie semplici di Jerzy Janowicz su Franc Skugor (un doppio 6-4) e di Kenny De Shapper che ha avuto ragione dell’elevetico Marco Chiudinelli, dopo un tiebreak del primo set molto incerto ed equilibrato (7-6 [9] 6-3).

struff

Una tabellone che annovereva giocatori delusi da un 2015 decisamente sotto dimensionato rispetto alle aspettative, come nel caso di Janowicz, ed altri che vogliono sgomitare per confermare un posto tra i primi 50 del ranking, come l’ucraino Stakhoviski rimandato ancora una volta all’appuntamento con il top del tennis mondiale, giovani promesse come il protetto di Rafa Nadal, quel Jaume Munar che si affaccia al tennis che conta, o altri come Paul-Henri Mathieu che tentano l’ennesimo risalita di una carriera importante quanto sfortunata (mentre andiamo on-line impegnato in un quarto di finale non semplice contra l’altro ucraino Ilia Marchenko).

cecchinato_3

Nel torneo di Roma 2 (BFD Energy Challanger) giornata ricca di match per recuperare il ritardo sul programma causato dalla pioggio. Iniziamo dai colori azzurri, difesi ancora una volta, da Marco Cecchinato, che ha approfittato della fortunata combinazione che lo vedeva esentato dal dover giocare due match oggi, essendo già qualificato per i quarti insieme alla testa di serie n. 6, lo spagnolo Inigo Cervantes, sconfitto seccamente per 6-1 6-4. Il siciliano aspetta in semifinale Filip Krajinovic, bravo ad approfittare della caduta da quella parte di tabellone della tds n. 2, Daniel Gimeno Traver, per mano di Thiemo De Bakker, sconfitto oggi senza repliche per 6-1 6-3. Giornata di straordinari per Federico Delbonis, prima testa di serie, che ha avuto agilmente ragione di Giulio di Meo, talentuoso tennista italiano che ogni tanto si diletta con buoni risultati in passato nel circuito challanger (6-2 6-0) e poi di Alberto Montanes, vecchio cagnaccio dei campi in terra, sconfitto con qualche affanno finale per 6-1 7-5. Per Delbonis semifinale contro il favorito n. 3 del seeding Dusan Lajovic, anche lui autore di un doppio incontro: prima contro il nostro Marco Viola, mai in partita e sconfitto per 6-2 6-0, e poi contro lo spagnolo Pere Riba del quale ha avuto ragione alla fine di una battaglia vera terminata col punteggio di 4-6 6-3 6-2.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy