China Open, domani i quarti di finale. Riflettori su Djokovic-Dimitrov e Cilic-Murray

China Open, domani i quarti di finale. Riflettori su Djokovic-Dimitrov e Cilic-Murray

Pronostici quasi confermati al China Open di Pechino con un tabellone di quarti di finale di tutto rispetto, degno di un torneo dello Slam. L’unica sorpresa è l’approdo al terzultimo atto dello slovacco Martin Klizan che ha avuto strada libera da Gulbis, ritiratosi quando era sotto per 6-2 3-0.

Djokovic-Dimitrov
Grigor Dimitrov, regolando con un doppio 6-4 Pablo Andujar, si è guadagnato la possibilità di affrontare il numero 1 Djokovic, per un incontro che promette scintille. È il match senza dubbio più interessante di domani, nel quale si potranno misurare i progressi del bulgaro, da molti addetti ai lavori designato quale futuro erede di Novak. Dimitrov ha avuto la meglio sul serbo solo in una occasione su 5, a Madrid lo scorso anno. Quest’anno si sono incontrati a Wimbledon e il bulgaro è riuscito a mettere in difficoltà il numero 1, pur tuttavia non riuscendo a batterlo. Oltre a essere ancora superiore al suo avversario, Nole ha dalla sua anche un giorno di riposo in più rispetto al bulgaro. Fattore non trascurabile soprattutto in questa fase finale della stagione in cui le energie cominciano a venir meno.

Cilic-Murray
Altro match di cartello è la sfida tra il fresco vincitore degli Us Open e il britannico ex numero 3 del ranking. Il croato ha superato in scioltezza il portoghese numero 52 del ranking, Joao Sousa, in poco più di un’ora, confermando il suo splendido stato di forma. Anche per lo scozzese è stata una passeggiata la sfida con l’argentino Pablo Cuevas, numero 35 del mondo. Dopo mezzora di gioco Andy aveva già chiuso il primo set per 6-2 e non ha avuto problemi ad aggiudicarsi anche il secondo con lo stesso punteggio. Negli 11 scontri diretti tra i due Murray ha avuto la meglio in 9 occasioni, ma per come stanno andando le cose quest’anno il favorito in questa dodicesima sfida sembra essere Cilic. L’ultimo incontro se l’è infatti aggiudicato il croato a Rotterdam in due set (6-3 6-4).

Isner-Berdych
Il ceco numero 3 del seeding sembra essere in ripresa dopo le sconfortanti prestazioni degli ultimi mesi. Oggi ha regolato Troicki in due set, soffrendo qualcosa solo nel secondo parziale. Isner ha invece lottato per oltre due ore contro lo spagnolo Robredo e vinto in rimonta per 2 set a 1, aggiudicandosi il tie break al terzo. Ha avuto comunque tutto il tempo per recuperare dalla fatica visto che ha giocato un giorno prima del suo avversario. Sarà una sfida che si giocherà soprattutto al servizio. Un calo di rendimento in questo fondamentale potrebbe essere decisivo da una parte o dall’altra. Soprattutto per l’americano che non ha moltissime altre frecce al suo arco da opporre al ceco, più completo e solido negli scambi di lui. Berdych guida gli head to head 5 a 2.

Nadal-Klizan
Pronostico apparentemente scontato in favore del maiorchino, ma le insidie sono dietro l’angolo. Nadal viene da un lungo stop per infortunio e non è ancora al massimo della condizione. Se poi a questo si aggiunge che Klizan nel loro ultimo incontro a Wimbledon è riuscito a strappare anche un set al numero 2 del mondo prima di subire la rimonta, si potrebbe prefigurare un match più equilibrato del previsto. Nell’incontro di oggi Nadal ha battuto, non senza patemi, il qualificato Gojowczyk in due set e domani potrebbe avvertire un nuovo calo nel rendimento sulla distanza. Klizan dal canto suo non ha nulla da perdere e con un Nadal a mezzo servizio potrebbe sfruttare l’occasione. In fondo, se non ora quando? Una curiosità: nei due precedenti a Wimbledon 2014 e al Roland Garros 2013 Rafa si è imposto con lo stesso punteggio 4-6, 6-3, 6-3, 6-3.

I risultati d oggi:

Berdych b. Troicki 6-3 6-4
Klizan b. Gulbis 6-2 3-0 ret.
Dimitrov b. Andujar 6-4 6-4
Nadal b. Gojowczyk 6-3 6-4
Cilic b. Sousa 6-3 6-3
Murray b. Cuevas 6-2 6-2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy