David Ferrer : “A me il tennis non deve nulla, sono io a dovergli tutto”

David Ferrer : “A me il tennis non deve nulla, sono io a dovergli tutto”

Lo spagnolo si racconta alla rivista Elite Sport, sottolineando quanto il tennis sia stato determinante nel cambiare il suo carattere.

1 Commento

In una intervista concessa a Elite Sport  “Ferru il combattente” si racconta e ripercorre i tanti momenti della sua lunghissima e splendida carriera.

Parla il guerriero venuto dalla provincia di Alicante e, soprattutto, riconosce il valore assoluto che lo sport ha avuto nel formarlo come uomo, prima che come tennista.
Negli anni giovanili , molti sono stati i momenti difficili per lui e tante le reazioni scomposte , soprattutto dinanzi alle sconfitte.
Una sconfitta su tutte sembra aver contribuito al cambiamento di approccio di David verso il tennis; una sconfitta che l’ha “formato” più di tutte: quella subita dal diciottenne Kei Nishikori agli US Open del 2008. David, allora un Top Five, esce sconfitto al quinto set nel terzo turno dello Slam newyorkese. Da quel giorno per lui fu chiaro quanto nel tennis fosse importante l’aspetto mentale :
“Nel tennis bisogna abituarsi a perdere perché alla fine, in questo sport, si perde ogni settimana. Nella sconfitta, la cosa importante è avere rispetto per il tuo avversario , così come bisogna averlo nella vittoria. Devi saper cadere ma, soprattutto, devi saperne uscire in fretta , imparando da quella caduta”.

ferrer ao 4
Gli “strumenti” per gestire la sconfitta sono dunque fondamentali per maturare.
Una maturazione forse lenta, ma costante ed ormai completa.

David, infine,  descrive una sensazione che lo accompagna da tempo e che è divenuta sempre più netta negli  ultimi anni ; il tennis non uscirà mai dalla sua vita:
“ A me il tennis non deve nulla anzi, io devo tutto al tennis. Il tennis è la mia vita ed è certo che continuerò a rimanere legato a questo sport anche in futuro, legato a questo sport che mi ha dato tanto”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mirko Greco - 2 anni fa

    Numero 1

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy