Del Potro: “Contro Raonic è stato più facile di quanto mi aspettassi”, Raonic: “Non ho trovato il ritmo”

Del Potro: “Contro Raonic è stato più facile di quanto mi aspettassi”, Raonic: “Non ho trovato il ritmo”

Ecco le dichiarazioni dell’argentino e del canadese, semifinalisti del Master 1000 di Indian Wells.

di Pierluigi Serra, @pierluigi_serra

Juan Martin Del Potro

“È stato sorprendente non vederlo servire bene, sono riuscito a breakkarlo molto presto in entrambi i set. Questo mi ha consentito di prendere il controllo della partita”, ha dichiarato Del Potro. “Ho giocato un match intelligente, le condizioni di gioco erano dure. Ho servito bene, ho sfruttato tutte le mie occasioni, è stata una partita più facile di quanto mi aspettassi”.

Milos Raonic

“Ho provato a trovare il ritmo, ma quando non giochi da molto tempo hai già molte altre cose che ti passano per la testa”, ha detto il canadese. “E poi, con il vento fatichi a trovare sicurezze, non hai quella calma e quella disinvoltura nell’affrontare le difficoltà e nel venirne a capo al volo”.

“Sono sempre stato abbastanza bravo a giocare con il vento perché la maggior parte dei tennisti tendono a rallentare la velocità dei loro colpi quando è ventoso. Questo mi consente di giocare palle più comode, sulle quali posso spingere e mettere pressione al mio avversario. Ma dipende dallo stile di gioco; se il mio avversario è pronto e rapido negli spostamenti ed è particolarmente brillante nel gioco di gambe se la caverà bene anche con il vento…Oggi Delpo ha colpito molto bene la palla. Io, al contrario, non sono stato in grado di fare ciò che avrei dovuto”.

Naomi Osaka

“Sono stata un po’ nervosa per tutta l’ultimo gioco perché l’inerzia continuava a spostarsi da una parte all’altra”, ha detto Osaka al termine della partita. “Sono davvero soddisfatta di aver chiuso la partita sul mio servizio, invece di dover breakkare la Halep”.

“Ho cercato semplicemente di essere solida. In Australia credo di aver fatto troppi errori e, in un certo senso, le ho regalato la partita, così ho provato a darle un po’ fastidio e a rispondere con continuità”.

“Non volevo guardare troppo dall’altra parte della rete, perché avevo paura di perdere la concentrazione”, ha aggiunto Osaka parlando della perforata di Simona Halep. “Sono rimasta sorpresa, soprattutto all’inizio del secondo set, perché avevo la sensazione che mi stesse regalando tanti punti, ma ho provato a non pensarci troppo”.

Sulla Kasatkina, sua prossima avversaria in finale: “Credo che sarà veramente interessante, perché ha uno stile di gioco molto diverso dal mio. Siamo entrambe alla prima finale a questo livello, sarà divertente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy