Del Potro: “Non so come ho rimontato, sono stanco e mi fa male la schiena”

Del Potro: “Non so come ho rimontato, sono stanco e mi fa male la schiena”

L’argentino, testa di serie numero 6 di Indian Wells, sembra essere il favorito della parte bassa del tabellone ma, dopo la dispendiosa vittoria ai danni del connazionale Leonardo Mayer, ha confessato di non sentirsi nelle condizioni fisiche ideali per raggiungere l’ipotetica finale.

di Riccardo Costarelli, @rickycostarelli

È strano che uno come Juan Martin del Potro non sia mai riuscito a conquistare un Masters 1000. L’argentino, campione Slam nel 2009, ha raggiunto la finale di un torneo di questa categoria per tre volte (Montreal 2009, Indian Wells 2013 e Shanghai 2013) senza però alzare mai il trofeo del vincitore. Quest’anno, nel deserto californiano, è la testa di serie più alta rimasta nella parte inferiore del tabellone e sono in molti quelli che vedono in lui il favorito per affrontare Roger Federer nella ipotetica finale di domenica prossima.

La “torre di Tandil” però, dopo la sofferta vittoria della scorsa notte contro il suo connazionale Leonardo Mayer, sembra non essere nelle migliori condizioni fisiche. “Sono un po’ affaticato e dolorante alla schiena, ho giocato tante partite ravvicinate ma non posso lamentarmi, cerco di gestire al meglio questa situazione”, ha confessato in conferenza stampa dopo il match.

L’argentino ha dovuto rimontare il set perso in apertura per 6-3 contro un Mayer che stava cercando la sua seconda vittoria contro un Top 10 in 29 partite, mettendo in mostra un ottimo tennis. “Sono sorpreso dal livello di gioco di Mayer oggi, si meritava di giocare così. Sono riuscito a far girare il match e ho preso il controllo degli scambi ed è stato allora che ho iniziato a giocare molto meglio, subito dopo il tie-break. Sono stato molto attento in quel tie-break“, ha commentato Juan Martín.

Non so come ho fatto a rimontare, ma l’ho fatto,” ha riconosciuto un Delpo che è sembrato fisicamente provato dopo circa due settimane molto impegnative (vittoria ad Acapulco e quarti, finora, ad Indian Wells). Fortunatamente per lui, il suo match contro Kohlschreiber non è programmata fino a venerdì, quindi avrà un giorno libero per recuperare. D’altro canto però, se arrivasse in finale, dovrebbe giocare tre giorni di seguito, ma è qualcosa che in questo momento non è nei suoi pensieri. “Farò quello che devo fare, prendendomi cura della mia salute e del mio fisico”, ha concluso.


Fonte: puntodebreak.com

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Renato Pino - 1 mese fa

    Dice così per togliersi di dosso un po’ di pressione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Andrea Varriano - 1 mese fa

    Gli fa sempre male qualcosa……poi non.si sa come rimonta e vince……bah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Cristiano Zatini - 1 mese fa

    Che ftignone che è diventato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Carmine Ferrara - 1 mese fa

    Mah..scusa non richiesta….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Romeo Chierici - 1 mese fa

    Paolo Iemmi è messo male come te

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Iemmi - 1 mese fa

      Io sono sicuramente messo peggio

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy