Del Potro: “Prima di Londra vedevo le olimpiadi solo come un torneo in più”

Del Potro: “Prima di Londra vedevo le olimpiadi solo come un torneo in più”

Il giocatore di Tandil si mostra molto speranzoso in prospettiva di questa nuova avventura olimpica dopo il bronzo di Londra, anche se ammette di non essere tra i favoriti.

Juan Martin Del Potro si sta preparando costantemente per i Giochi Olimpici che, per sua stessa ammissione, non sono più solamente un impegno in più.

Così si espresso in una conferenza stampa a Buenos Aires. La ‘Torre di Tandil’ ha comunicato il suo calendario per il resto della stagione, dando la priorità ai grandi eventi e ha riconosciuto che non ha ancora un nuovo team che lo possa accompagnare.

“I Giochi Olimpici sono qualcosa di unico per ogni atleta, io ho avuto la possibilità di vincere una medaglia a Londra, e questo ha reso i giochi molto speciali per me. Prima di Londra li consideravo solo un torneo in più, importante, ma senza sapere tutto quello che si vive attorno ad esso“, ha raccontato Del Potro. Dopo aver giocato a Wimbledon, non ha preso parte ad alcun torneo del circuito, anche se ha preso parte ai quarti di Coppa Davis con l’Italia portando a casa il doppio.

Del Potro è cosciente del fatto che non sarà al miglior livello della carriera, ma ammette di andarci con molta speranza e non scarta nulla del torneo olimpico. “Sono orgoglioso di tornare alle Olimpiadi, ma so di non essere tra i favoriti per una medaglia a Rio. Il mio obbiettivo è di essere pronto in caso di un buon sorteggio, ma so di non essere favorito”, dice. E poi continua dicendo che, se dovesse vincere una medaglia, non gli importerebbe in che specialità:”Sono sempre gli stessi colori” ha detto.

del-potro-juegos-2016

L’argentino non si dà, però, neanche per sconfitto in partenza, sapendo quanto le cose possano girare nel tennis:”A Wimbledon partivo come sfavorito con Wawrinka ma ce l’ho fatta. Dopodiché il fisico non mi ha accompagnato. Però nel tennis ci sono molte sorprese, non si sa mai cosa possa succedere. Ora sono più preparato e le partite sono su tre set e su una superficie più lenta“, ha aggiunto il vincitore degli U.S. Open 2009.

Riguardo il suo calendario, Del Potro ha parlato chiaro. “Andrò a Rio, spero poi di ricevere inviti per partecipare a Cincinnati e agli U.S. Open. Poi c’è la Coppa Davis. La mia idea è di giocare i grandi eventi“, ha assicurato. L’argentino spiega poi come abbia organizzato la stagione per poter prender parte alle Olimpiadi. “Ho messo a punto un calendario efficiente per poter usare il ranking protetto a Rio”.

Infine, parla del dover trovare un nuovo team dopo essersi separato da Daniel Vallverdu:”Continuo a cercare un nuovo allenatore e un nuovo team. Non voglio mettermi pressione. Lavorare con Vallverdu, però, è stata una bellissima esperienza” dice.

Fonte: punto de break.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy