Djokovic: “La sconfitta a Wimbledon non può mettere in ombra i miei ultimi 15 mesi”

Djokovic: “La sconfitta a Wimbledon non può mettere in ombra i miei ultimi 15 mesi”

Il serbo si prepara al suo debutto al torneo di Toronto, dopo la sosta forzata, a causa della precoce eliminazione subita a Londra. Alla ricerca del trentesimo successo in un Master 1000, senza dimenticare i grandi obiettivi, Rio e Flushing Meadows.

Commenta per primo!

Dopo quasi un mese di “riposo”, Novak Djokovic è pronto a tornare in campo, tanto è passato dalla clamorosa e prematura eliminazione patita a Wimbledon, dal numero uno del mondo, per mano dell’ americano Sam Querrey, che ha dato modo al serbo di tirare il fiato, e fare un bilancio della sua meravigliosa prima parte di stagione.

Nel torneo canadese, Nole sarà l’ unico dei Fab Four presente, e di conseguenza il ruolo di unico e grande favorito, non può che essere riservato a lui, che a Toronto mira a conquistare quello che potrebbe essere il trentesimo “mille” della sua carriera, e il quarto trionfo in Canada, (fra Toronto e Montreal).

Il numero uno del mondo si è detto sereno, e voglioso di scendere in campo in un match ufficiale, in cui manca già da troppo tempo, dopo aver trascorso molto tempo con la famiglia, e dopo essersi preparato al meglio sulla superficie dura, sulla quale si è sempre trovato particolarmente a proprio agio; il torneo di Toronto sarà l’ occasione perfetta per cercare la condizione ottimale, sia in singolare che in doppio (Djokovic parteciperà anche al torneo di doppio in coppia con il connazionale Nenad Zimonjic), in vista di quelli che saranno i grandi obiettivi dell’ estate: le olimpiadi di Rio e ovviamente, gli US Open.

“La ferita di Wimbledon è ancora aperta, ma il tempo è sempre la miglior mrdicina; è stato un vero peccato dover rinunciare al sogno del Grande Slam, proprio nell’ anno in cui ero riuscito a conquistare Parigi, ma dalle sconfitte si deve ripartire. Un incidente come quello di Londra resta un intoppo, ma non può certo far passare in secondo piano tutto quello che è successo in questi ultimi quindici mesi, pieni di successi e di soddisfazioni”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy