Federer e Ljubicic: prima avversari, ora alleati

Federer e Ljubicic: prima avversari, ora alleati

Ivan Ljubicic sarà al fianco di Roger Federer durante la stagione 2016, ma prima di oggi il croato e lo svizzero avevano avuto un’intensa rivalità nel circuito

Ci sono ancora molti che si chiedono i motivi dell’ingaggio a sorpresa di Ivan Ljubicic nel team di Roger Federer. Lo svizzero già ha avuto modo di spiegarlo in modo chiaro: “Ha giocato contro ogni avversario che sto affrontando attualmente, li conosce molto bene.” Assolutamente. Ma certamente, se c’è qualcuno che conosce perfettamente il croato, è proprio il tennista di Basilea. Approfittando del fatto che ora faranno coppia, ricordiamo alcuni dei loro 16 precedenti nel circuito.

Nonostante i due anni di differenza (Ivan è del 1979 mentre Roger dell’81), le carriere di entrambi i giocatori hanno lo stesso punto di partenza: 1998. Solo due primavere sono trascorse prima che i due si incrociassero per la prima volta, nei quarti di finale di Marsiglia del 2000. Quella battaglia si è conclusa con un terzo set in cui lo svizzero allora 19enne ha messo a segno la sua prima vittoria contro il croato sui 13 successi totali ottenuti in carriera (13-3). Era appena iniziata una bella rivalità che ha avuto il suo ultimo episodio nel 2010. Solo tre volte è riuscito Ljubicic a sopraffare la magia della Wilson dello svizzero e, cosa interessante, due delle quali in territorio ostile: Gstaad 2001 (R32), Cincinnati 2002 (R64) e Basilea 2003 (R16).

In quattro occasione abbiamo visto questi due rivali, ora colleghi, giocarsi un titolo. Tre nel 2005 (Doha, Rotterdam, Dubai) e una nel 2006 (Miami). Tutti e quattro sono andati nelle tasche del nativo di Basilea, mettendo in mostra evidente chi di loro ha avuto il coraggio necessario per affrontare queste situazioni di tensione. È interessante notare che Federer e Ljubicic non si sono mai affrontati su un campo in erba o in un Grande Slam, neanche in Coppa Davis.

Entrambi erano sempre molto rispettosi in campo, lasciando libero sfogo al loro smisurato talento. Entrambi hanno beneficiato di un potente servizio, un rovescio ad una mano sensazionale e un diritto molto efficace. Sì, il record in termini di titoli non è paragonabile tra loro: dieci trionfi per il croato non sembrano nulla in confronto agli 88 dello svizzero.

El final de la rivalidad fue excesivamente favorable a Roger, con un 11-0 de parcial en cuanto a sets en sus cinco últimos duelos. Su último envite sucedió en las semifinales de Estocolmo 2010 (7-6, 6-2), torneo que el suizo acabaría ganando. Ahora, cinco años más tarde, volverán a verse las caras mucho más de 16 días y desde el mismo lado de la pista, formando una alianza donde el conocimiento y experiencia de ambos lucharán por un mismo objetivo a partir de enero.

La fine della loro rivalità è stata troppo favorevole a Roger con un parziale di 11 set a 0 negli ultimi cinque incontri. L’ultimo atto di questa rivalità si è consumato nella semifinale di Stoccolma del 2010 (7-6, 6-2), torneo che lo svizzero avrebbe poi vinto. Ora, cinque anni dopo, si incontrano di nuovo, ma stavolta dallo stesso lato del campo, per formare una partnership in cui la conoscenza e l’esperienza di entrambi perseguiranno lo stesso obiettivo già a partire da gennaio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy