Federer: “Nel 2004 ho pensato di smettere”

Federer: “Nel 2004 ho pensato di smettere”

Lo svizzero ha rilasciato un’intervista a “cuore aperto”, in cui ha anche dichiarato che un allenatore, molti anni fa, gli disse che non avrebbe mai fatto strada con il tennis.

Dopo l’incredibile anno appena concluso, Roger Federer in un’intervista di pochi giorni fa ha fatto un tuffo nel passato, parlando della sua vulcanica giovinezza. Come sempre, non è comunque mancato uno sguardo verso il  futuro.

Come è noto, il tennista di Basilea da giovanissimo era piuttosto irascibile, ed era solito scatenare la sua rabbia lanciando la racchetta a terra, come spesso anche oggi vediamo fare da alcuni tennisti nel circuito: “Quando avevo sedici anni, per il mio comportamento fui anche squalificato da un torneo. L’anno dopo, allora, la mia famiglia decise che sarebbe stato meglio affidarmi alle cure di uno psicologo. Da quel momento la mia crescita mentale è stata costante, ed ora ogni volta che sono sotto pressione penso a tutta la strada che ho fatto per arrivare dove sono ora”.

Dopo questa parentesi della sua carriera già piuttosto famosa, Roger ha aggiunto dei dettagli davvero sensazionali riguardo i suoi primi anni di tennis: “Dopo che divenni numero uno, nel 2004, pensai di smettere con questo gioco. Avevo raggiunto tutti gli obiettivi che mi ero preposto. Ciò che mi diede la scintilla per continuare fu il fatto che non avevo più niente da dimostrare a nessuno: tutti erano già a conoscenza del mio valore”.

Infine, il numero due del mondo ha commentato alcune critiche che gli sono pervenute, ad esempio, dopo la vittoria di Wimbledon di quest’anno, riflettendo su sè stesso: “Alcuni mi dicono che piango molto dopo vittorie o sconfitte. Io sono un tipo di persona che lascia scorrere le lacrime, perchè ricordo di un allenatore che mi disse che col tennis non avrei mai fatto strada. Penso a tutti i sacrifici che ho fatto per arrivare fino a qui, e anche che dovrei essere grato a quella persona in quanto mi ha dato un’enorme motivazione per continuare. Tutto ciò che otterrò da qui in avanti sarà un extra“.

 

 

20 commenti

20 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tennis Circus - 2 settimane fa

    Ragazzi, iscrivetevi al gruppo del nostro fantatennis ufficiale! Importanti novità per il 2018 :)
    https://www.facebook.com/groups/157030314874042/?hc_ref=ARQWkhrkL0kMepi58EBvi-AEQN90drOOYkUnuIxoBzY_vPp_pKcdDSiY91R4U7KH2vw

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giampiero Aversa - 2 settimane fa

    Non ci pensare più… noi non possiamo immaginare di non vederti più in campo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Patrizia Cocco - 2 settimane fa

    Il mio idolo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Maria Casartelli - 2 settimane fa

    Molti maestri dicono così quando hai 7 o 8 anni
    Non è successo solo a lui

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Franco Masia - 2 settimane fa

    In fondo aveva ragione, Roger, non hai fatto strada nel tennis, tu SEI il tennis

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Franco Masia - 2 settimane fa

    Ah ah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandra Bragion - 2 settimane fa

      Esatto ! Un genio questo , proprio !!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Giuseppe Carmelo Caponnetto - 2 settimane fa

    Grandissimo Uomo,irraggiungibile,immenso,irripetibile Tennista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Silvia Barbara - 2 settimane fa

    Grazie Roger per non avere dato la minima considerazione a quell’allenatore salvo lo sprone a raggiungere il top e oltre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Rocco Lombardi - 2 settimane fa

    Infatti!!! Che genio dell’allenatore che è stato!!! :-) :-) :-)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Cinzia Iannucci - 2 settimane fa

    Sei un grande King

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Uccio Giuffrida - 2 settimane fa

    il soliti incompetente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Giuseppe Di Domenico - 2 settimane fa

    Di cosa SOFFRIVA questo?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Fabrizio Lesca - 2 settimane fa

    Nemmeno senza lenti a contatto avrei detto cose simili se lo avessi visto giocare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Ligorio Giuseppe - 2 settimane fa

    Sempre numero uno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Ligorio Giuseppe - 2 settimane fa

    Aveva proprio capito tutto del tennis

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Laura Lissi - 2 settimane fa

    Ma chi era il volpone??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Roberto Zambrelli - 2 settimane fa

    un fenomeno sto allenatore…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Denise Ceci - 2 settimane fa

    Occhio di lince lo chiamavano, l’allenatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Vincenzo Marone - 2 settimane fa

    Purtroppo il 90% degli allenatori sono incompetenti e spesso scaricano a noi genitori responsabilità che son loro ma con ciò non voglio dire che noi altri siamo immuni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy