Federer pronto al rientro a Monte-Carlo: l’attesa è finita

Federer pronto al rientro a Monte-Carlo: l’attesa è finita

Dopo un lungo stop e quattro tornei saltati, torna sul campo lo svizzero ex numero 1 del mondo. Che al primo Master Mille della stagione su terra rossa lancia la sfida agli avversari: “Guai a sottovalutarmi”. Guillermo Garcia-Lopez, che lo affronterà domani, è avvertito.

Quando manca dal circuito un certo Roger Federer, il tempo sembra passare più lentamente. Sono passati quasi tre mesi dalla sua ultima apparizione in campo, alle semifinali degli Australian Open, ma è come se fosse trascorsa una vita. E non solo per gli appassionati di tennis ma anche per chi con questo sport ci campa, in termini di biglietti venduti e di introiti pubblicitari.

Perché il giocattolo tennis, senza il marchio RF, non è in grado di fare quel proselitismo di massa che solo lo svizzero può ancora garantire. Senza giri di parole, in questa era il Tennis è (ancora) Federer, con buona pace del superuomo Novak Djokovic, che butta il sangue da ormai diversi anni per battere tutti i record possibili e immaginabili del pianeta. Oggi, 11 aprile, tutti contano le ore che mancano all’atteso ritorno in campo dell’ex numero 1 del mondo. Domani, infatti, Federer riprenderà in mano la racchetta, pronto (speriamo) ad affrontare il primo Master Mille in rosso della stagione. Uno dei pochi che ancora gli manca in bacheca: Monte-Carlo, insieme al torneo di Roma, è infatti tabù per lo svizzero, che ci ha giocato 4 finali perdendole tutte.

federer-del-potro-atp-miami-2016Considerata l’età e i pochi allenamenti sulle gambe, probabilmente in finale manco ci arriverà questa volta, tuttavia Roger è riuscito sempre a stupire durante la sua carriera, tirando dal cilindro vagonate di conigli nei momenti più inaspettati. “Che nessuno mi sottovaluti”, ha detto il nativo di Basilea nei giorni scorsi. E non c’è bisogno certo che lo dica. Il suo nome fa ancora tremare le gambe a tutti, Djokovic incluso, al di là delle sue condizioni fisiche. In questo caso, a tremare sarà Guillermo Garcia-Lopez, che nel primo turno ha superato Thomas Bellucci e ora dovrà vedersela col redivivo campione elvetico.

“Sono riposato mentalmente e fisicamente – ha aggiunto Federer – Quando sei al termine della tua carriera non puoi pretendere di più che essere fresco di testa e in grado di allenarti con costanza. Qualunque sia la durata del riposo, la cosa importante è come affronti il rientro in campo e i match. Tommy Haas, per esempio, è stato infortunato per più di tre anni in carriera, ciononostante è ancora competitivo. Questo perché è mentalmente fresco e ama ancora quello che fa”.

Sul torneo tabù del Principato, l’ex numero 1 non ha grosse pretese: “Monte Carlo è un’opportunità per i più giovani di giocare più liberamente, in quanto c’è meno pressione e il cambiamento di superficie condiziona tutti. In passato ho giocato molto bene a Monaco, ma per ora il mio obiettivo è ritornare in campo per riacquisire di nuovo le giuste sensazioni”. Roger, com’è giusto che sia, mette le mani avanti. Ma fa capire chiaramente che lotterà coi denti per andare il più lontano possibile. Gli avversari sono avvisati.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. I Love Tennis - 10 mesi fa

    who else gets this ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marinagigi Gigimarina - 10 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. I Love Tennis - 10 mesi fa

      <3

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy