Finale Halle, Federer di misura su Falla. L’erba gli sorride ancora

Finale Halle, Federer di misura su Falla. L’erba gli sorride ancora

Vince Federer di misura, lasciando comunque un’impressione di totale controllo del match. Falla grandissima sorpresa della settimana.

Halle, Germania, 15/06/2014.

Finale del tutto inattesa tra Roger Federer, già campione su questi campi ben sei volte, e la sorpresa colombiana Falla. Destinata a essere l’ennesima mattanza (6-0 a i precedenti in favore dello svizzero, di cui ben 4 proprio sull’erba), si è rivelata una bella e ben giocata finale da parte di entrambi.

In particolare, Federer nel primo set ha sfiorato il 100% di punti con la prima. Nessuna possibilità per Falla in caso di prima dello svizzero: in due colpi chiudeva. Come ieri con Nishikori.

Ma Falla, ben lungi come detto dall’essere vittima sacrificale, ha reagito con uno spirito e una tenacia inaspettati, le stesse caratteristiche che lo avevano portato a prevalere nel match di semifinale contro Kohlschreiber. Aces, discese a rete, grande precisione nei colpi, reattività fisica. I due restano in scia e si arriva al tiebreak: 7-2.

Il secondo set scorre più o meno come il primo. Bel tennis, pochi errori, discese a rete. Falla continua a giocare alla pari con Maestà Roger Federer. Altro tiebreak: 7-3.

Ecco, verrebbe da dire partita equilibrata tra due grandi tennisti. Definizione plausibile del match. Se non fosse che nel momento decisivo il Campione è venuto fuori, dominando entrambi i tiebreak. Se non fosse che Federer non ha mai dato l’impressione di poter perdere un set: è sempre apparso in totale controllo, nonostante uno splendido Falla. In campo era più reattivo fisicamente di come ci aveva abituato ultimamente: agile e sagace tatticamente. Si spostava sempre nella giusta direzione il secondo prima che Falla colpisse la palla.

Alcune statistiche: 79esimo titolo in carriera. 118 finali giocate. Secondo titolo dell’anno dopo il successo di febbraio a Dubai (su Berdych in tre set): computo titoli già in rialzo rispetto al 2013 (un solo trofeo, proprio qui ad Halle).

Quanto a Falla, con questo gran torneo si piazza al n. 54 Atp. Il best ranking di 48, raggiunto nel 2012, non è più lontano. E con Wimbledon alle porte (e un buon sorteggio) Falla può togliersi qualche soddisfazione, migliorando il primo turno dello scorso anno. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy