Fognini perde il controllo e il match

Fognini perde il controllo e il match

Commenta per primo!

Fabio Fognini, testa di serie numero 15 del mondo, dopo i successi del 2013 sulla terra rossa tedesca di Amburgo e Stoccarda, continua a mettersi in gioco sempre sul territorio tedesco. Ieri nella semifinale del Bmw Open di Monaco ha superato nettamente il tennista Jan Lennard Struff liquidandolo in un’ora scarsa. Oggi ha disputato per il titolo dell’Atp 250 Bmw Open di Monaco di Baviera, il ligure sconfitto e deluso cede all’ ultimo al mancino slovacco Martin Klizan, partito dalle qualificazioni, in tre set 2-6 6-1 6-2.

Precedentemente Fognini aveva già incontrato il tennista slovacco ma dopo l’incontro sfortunato a San Pietroburgo nel 2012 si era notevolmente ripreso e migliorato battendolo per ben tre volte. D’altronde anche Klizan il numero 111 Atp non sarebbe stato da sottovalutare poiché anche se precipitato in fondo alla classifica è riuscito comunque a superare Sela, Youzhny, Istomin e il detentore del titolo Haas, quest’ultimo sconfitto nettamente 6-3 6-2.

Sono stati momenti strani quelli di oggi per chi ha seguito il torneo, la vittoria per Fognini sembrava praticamente certa con un primo set sul punteggio di 6-2 in suo favore e con un avversario che lamentava dolori all’intestino. Successivamente alla richiesta di Klizan di rientrare negli spogliatoi per 3 minuti il tennista azzurro fu quasi certo di avere la vittoria in tasca e sottovalutò l’avversario e perdendo il quasi totale controllo del match fece concludere il secondo set in soli 28 minuti di gioco a Klizan. Arrivati al terzo set il tennista italiano conosciuto da tutti per avere un carattere irritabile prende il penalty point mentre Klizan continua a condurre il gioco vincendo 7 games consecutivi chiudendo praticamente senza problemi con un 6-2. Infine il tennista italiano si è lasciato surclassare dal suo avversario slovacco perdendo per la quinta volta una finale Atp e facendo vincere a Klizan il secondo titolo in carriera che lo farà toccare il 60esimo posto del ranking Atp.

Una sconfitta che dovrà far riflettere Fabio e quei momenti di eccessivo nervosismo che non sono fruttuosi per la sua tecnica di gioco come si è visto anche a Montecarlo. Nel tennis le partite non vanno sempre come si vorrebbe e bisogna essere fermamente stabili e pronti a qualsiasi evenienza trovando quella solidità mentale che una volta trovata porterà i risultati di conseguenza. Comunque sia da tifosi azzurri non possiamo fare altro che difendere Fabio e puntare il dito sul comportamento incoerente dello slovacco.

Alla fine del torneo Fabio interviene dicendo: “E’ stata una giornata pazzesca per lui, non per me <..> non sono contento della mia performance. Speriamo che Martin adesso si senta un po’ meglio” conclude con tono ironico Fognini. La giornata si conclude amaramente per il tennista ma ad ogni modo recupera una posizione nel ranking e da lunedì 5 maggio sarà numero 14.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy