ATP Finals: la folle corsa verso Londra!

ATP Finals: la folle corsa verso Londra!

Le ATP Finals di Londra sono ormai alle porte e quattro sono i posti rimanenti. Questa settimana tutti gli occhi saranno puntati sul BNP Paribas Master di Parigi Bercy. La strada per le Barclays ATP World Tour Finals si sviluppa in un clima entusiasmante con quattro contendenti tra cui Novak Djokovic, Roger Federer, Stanislas Wawrinka e Marin Cilic già pronti a darsi battaglia sui campi della O2 Arena dal 9 al 16 Novembre. di G.Pettazzoni

Commenta per primo!

Le ATP Finals di Londra sono ormai alle porte e quattro sono i posti rimanenti. Questa settimana tutti gli occhi saranno puntati sul BNP Paribas Master di Parigi Bercy. La strada per le Barclays ATP World Tour Finals si sviluppa in un clima entusiasmante con quattro contendenti tra cui Novak Djokovic, Roger Federer, Stanislas Wawrinka e Marin Cilic già pronti a darsi battaglia sui campi della O2 Arena dal 9 al 16 Novembre.

Un giocatore che sta sputando sangue, sudore e lacrime per raggiungere la qualificazione è Andy Murray. Lo scozzese infatti che dopo la vittoria a Valencia ha recuperato 3 posizioni della Race, è attualmente artefice del suo destino: si qualifica automaticamente se raggiunge almeno i quarti di finale a Bercy. “Gli altri ragazzi dietro di me avranno bisogno di giocare molto bene a Parigi per sbattermi fuori, così cercherò di dare il mio meglio”, ha detto Murray.

20 incontri giocati in totale nelle ultime settimane, ed un record di durata stabilito (3h20′) quest’anno, per la finale di Valencia. Murray, dopo lo scorso Us Open, è passato dall’11esima posizione alla quinta nella Race, con un bilancio di 18-2, e tre titoli vinti, a Shenzhen, Vienna e Valencia.

“Ho continuato a lottare in modo sempre più caparbio, ed ora i frutti del lavoro si stanno vedendo”, ha aggiunto Murray. “Sapevo che avrei dovuto vincere molte partite per arrivarci e ci sono riuscito. Sono felice di essermi dato una nuova chance.”

“Quando si deve lavorare sodo per qualcosa e lottare per qualcosa, non mi tiro mai indietro. Sono arcigno e volenteroso. Ho vinto un sacco di match che erano già persi quest’anno, salvando match points, non ultimi i match con Ferrer e Robredo.”

Il 27enne ha superato di 30 punti il giapponese Kei Nishikori, per un totale di 4.295. Nishikori, se arriverà in semifinale a Parigi, diventerà il primo giocatore asiatico di sempre ad aver preso parte alle ATP Finals.

Ottavo in classifica è il ceco Tomas Berdych, che ha la speranza di qualificarsi per il quinto anno consecutivo, reduce però da una pessima sconfitta al primo turno nel torneo di Valencia. Ma Berdych ha giocato sempre bene a Parigi, dove ha vinto il titolo nel 2005, e si garantirebbe un posto qualora raggiungesse le semifinali nella capitale francese.

Nono in classifico, lo spagnolo David Ferrer, che ha bisogno di raggiungere la finale di Parigi Bercy per garantirsi un posto tra i migliori otto del 2014. Dopo aver vinto il torneo nel 2012 ed dopo che ha raggiunto la finale lo scorso anno, ha buone prospettive. Reduce da una vittoria al primo turno contro David Goffin, per 6-3 al terzo, può quindi gioire e prepararsi a dare il massimo.

Milos Raonic, decimo, seguito dal giovane compagno Grigor Dimitrov, undicesimo, cercano di diventare i primi giocatori nati nel 1990 a poter entrare nella elìte degli otto di Londra. Entrambi avrebbero bisogno di alzare al cielo il trofeo, al fine di garantirsi la qualificazione. Dimitrov, al contempo, non ha alcuna possibilità di qualificazione se non raggiunge almeno le semifinali.

La scorsa settimana Rafael Nadal, che si era già qualificato, ha annunciato il suo ritiro da Londra a causa di un intervento all’appendicite, al quale si sottoporrà il 3 Novembre e che impedirà al maiorchino di partecipare.

Le Barclays ATP World Tour Finals hanno accolto più di 1,25 milioni di fan alla O2 Arena, confermandosi, dal 2009, il torneo indoor con maggior seguito e numero di spettatori, grazie anche ad una location suggestiva ed alla presenza dei più forti esponenti del panorama tennistico maschile.

Le ultime quattro coppie di doppio che prenderanno parte all’evento, saranno decretate a Parigi. Dopo aver vinto l’ottavo titolo a Valencia, Jean-Julien Rojer e Horia Tecau hanno messo una seria ipoteca sul quinto posto ed è garantito che si qualificheranno qualora raggiungano i quarti di finale. Seduti in sesta posizione sono i campioni del  2012  Marcel Granollers e Marc Lopez, che sono sicuri di qualificarsi se raggiungono almeno i quarti di finale.

Al settimo posto, ci sono Ivan Dodig e Marcelo Melo, che devono vincere il titolo per garantirsi un posto a Londra. I finalisti degli Australian Open, Eric Butorac e Raven Klaasen, attualmente in ottava posizione, dovranno vincere anche loro il titolo affinchè gli sia assegnato un posto a Londra.

I vincitori di Wimbledon, Jack Sock e Vasek Pospisil, occupano il 9° posto, ma si qualificheranno a condizione che raggiungano almeno la stessa posizione dei campioni degli Australian Open,  Lukasz Kubot e Robert Lindstedt.

Greta Pettazzoni

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy