I giocatori sotto i 18 anni a vincere almeno un match in un Master 1000

I giocatori sotto i 18 anni a vincere almeno un match in un Master 1000

Da Fabrice Santoro a Felix Auger-Aliassime, vediamo chi sono i tennisti sotto i 18 anni ad aver vinto almeno un match in un ATP Master 1000 in attesa del cosiddetto ricambio generazionale.

di Andrea Lombardo

Da anni si parla del fatidico ricambio generazionale, eppure i giocatori che continuano a dominare il circuito sono sempre Roger Federer e Rafael Nadal, assieme agli attualmente infortunati Djokovic, Murray e Wawrinka. Cos’è che manca ai giovani per surclassare la vecchia generazione? In attesa di risposte direttamente sui campi da tennis. vi proponiamo una curiosa statistica che mostra i giocatori più giovani a vincere almeno un match in un Master 1000.

FABRICE SANTORO – Tra i più giovani vincitori troviamo Fabrice Santoro. Il talento francese, a soli 17 anni 3 mesi e 7 giorni partì dalle qualificazioni, batté al primo turno Marc Rosset per poi perdere al secondo turno da Boris Becker. Si trattava del settimo torneo ATP di Santoro, che aveva vinto il suo primo titolo Challenger poche settimane prima ed aveva già conquistato la top 100.

DAVID WITT E DINU PESCARIU – Probabilmente vi starete chiedendo chi siano i due giocatori in questione. L’americano David Witt ed il rumeno Dinu Pescariu sono accomunati dal fatto di aver vinto un solo match in un Master 1000, entrambi a 17 anni e 9 mesi.
Witt non ha mai più preso parte ad un torneo così importante, mentre Pescariu ha vinto meno di 30 match ATP in carriera ma solo uno in un Master 1000. Due casi di precocità, fortuna o forse talento sprecato.

ANDY RODDICK – Se i giocatori appena citati sono praticamente sconosciuti, Andy Roddick ha sicuramente acquisito più popolarità.
Nel torneo di Miami di ben 18 anni fa, nel 2000, Roddick era a malapena in top 1000, ma questo non gli ha impedito di annientare il numero 41 del mondo Fernando Vicente. La sorte ha voluto che al secondo turno Andy sfidasse il ben più quotato Andre Agassi, che si è sbarazzato del giovane in poco più di un’ora.

Legg Mason Tennis Classic Day 5

RICHARD GASQUET – In vetta a questa speciale classifica troviamo il francese dal rovescio ad una mano Richard Gasquet. A soli 15 anni 9 mesi e due giorni, il transalpino si rese protagonista di una clamorosa impresa nel torneo di Montecarlo 2002, sconfiggendo Franco Squillari dopo due ore e mezza di battaglia. Per Gasquet si trattava anche dell’esordio a livello ATP. Se pensiamo a quanta fatica serva ad un quindicenne per vincere un match a livello Challenger, possiamo stare certi che il suo record rimarrà intatto ancora per un po’.

RAFAEL NADAL – Con il maiorchino il livello inizia a salire esponenzialmente. Nel lontano torneo di Montecarlo 2003, il 16enne spagnolo proveniente dalle qualificazioni distrusse Karol Kucera con un netto 6-2 6-1, aggiudicandosi il suo primo match in un Master 1000. Non soddisfatto, Nadal migliorò questo record ancora intatto nel match successivo: nessuno finora si è aggiudicato i primi due match in un Master consecutivamente. Rafa, invece, riuscì a sconfiggere il numero 7 del seeding Albert Costa in due set, perdendo al terzo turno da Guillermo Coria.

RYAN HARRISON – Dopo le due imprese di Gasquet e Nadal, il tennis ha dovuto attendere per ben 7 anni prima di assistere ad un avvenimento simile. Ad Indian Wells 2010, la wild card locale Ryan Harrison mostrò di essere all’altezza dell’invito ricevuto dagli organizzatori battendo Taylor Dent in due set. Al secondo turno Harrison si arrese all’attuale coach di Roger Federer, Ivan Ljubicic, ma mostrando il suo gran talento che ancora oggi fatica ad esprimere appieno.

harrison

ALEXANDER ZVEREV – Il talento tedesco rientra di appena un mese in questa classifica. Un mese prima di compiere 18 anni, Sascha Zverev vinse il suo primo match in un Master 1000 nel torneo di Miami 2015 contro Sam Groth. Nello stesso torneo anche Andrey Rublev riuscì nell’impresa, sconfiggendo Pablo Carreno Busta.

DENIS SHAPOVALOV – Se vincere un match in un torneo di tale livello è già complicato, farlo nel torneo di casa lo è ancora di più. È questo il caso di Shapovalov, che a Montreal 2016 riuscì a battere un top 20 del calibro di Nick Kyrgios a soli 17 anni e 3 mesi. Il mancino dal rovescio ad una mano fu costretto ad arrendersi al turno successivo contro Grigor Dimitrov, mostrando comunque tutto il suo potenziale.

FELIX AUGER-ALIASSIME – Il Canada non può certamente lamentarsi se si parla di talento. Solo un anno più piccolo di Shapovalov, Felix Auger-Aliassime è da anni indicato come un predestinato. Da sempre fenomeno di precocità, questa settimana Aliassime ha battuto il connazionale Vasek Pospisil con un doppio 6-4. Al record del canadese se ne aggiunge un altro: nessun giocatore nato nel 2000 era mai riuscito a vincere un match in un Master 1000.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy