Ivanisevic: “Coric sarà top-ten, basta avere pazienza”

Ivanisevic: “Coric sarà top-ten, basta avere pazienza”

Non è un mistero che il diciottenne croato Borna Coric sia molto ammirato dal connazionale Goran Ivanisevic. Proprio nel torneo Atp 250 di Zagabria, l’ex vincitore di Wimbledon aveva consegnato al giovane collega il premio Star of Tomorrow, assegnato ogni anno dall’associazione ei giocatori professionisti.

La cerimonia è avvenuta proprio presso il PBZ Zagreb Indoors della capitale croata, sua città natale, dove è stato eliminato al primo turno per mano dell’ucraino Stakhovsky: l’ennesimo insuccesso di questo 2015, dove ha collezionato 1 sola vittoria (contro Robin Haase a Melbourne)  e 4 sconfitte. Era stato proprio Goran a pronosticare, la scorsa estate, il suo ingresso in top 100: un exploit al quale nemmeno il determinatissimo Borna non credeva veramente. “Ti auguro di vincere pochi di questi premi e tanti trofei veri”, gli aveva detto con il suo solito sorriso.

Oggi Ivanisevic è tornato a parlare di lui: l’occasione, uno spot pubblicitario che hanno girato insieme per la tv croata. Le recenti sconfitte di Borna non spaventano il saggio Goran. “Ci vuole solo pazienza”, ha dichiarato. “Deve lavorare sodo, ma anche rilassarsi e divertirsi“, riferendosi ad alcuni episodi di nervosismo e di tensione che inevitabilmente ha provato nelle partite più dure, data la sua giovane età.

Ivanisevic non ha mai avuto dubbi sul talento di Coric. Più volte ha ricordato la somiglianza con il tennis del n. 1 al mondo Novak Djokovic: Borna stesso aveva detto che “quando gioca al meglio” crede di avere uno stile molto simile a quello del campione serbo.

Borna è un potenziale top-10, ne sono ancora sicuro, senza ombra di dubbio. Questa settimana ha raggiunto il suo best ranking, al n.85 del mondo. Basta essere pazienti, e sono convinto che lo vedremo presto in top-ten”. Questo è ovviamente anche il sogno del giovane Borna, che dimostra l’ambizione e la grande fiducia in sé stesso in ogni intervista che rilascia, soprattutto da quando ha battuto Rafael Nadal, lo scorso anno a Basilea.

Nonostante un inizio 2015 non troppo positivo, Coric rimane comunque molto calmo e sicuro delle sue potenzialità. “Non vi è alcuna ragione di essere preoccupati. Ho perso con giocatori molto competitivi, Stan Wawrinka, Carreño, Chardy, Stakhovsky, quindi non vedo motivi per preoccuparsi. Devo cambiare alcune cose da tenere sulla strada giusta: mi sto allenando molto bene e so che i risultati ci saranno: forse nel prossimo torneo, forse tre o quattro mesi, ma arriveranno”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy