Ivanisevic: “Raonic? Il mio obiettivo è fargli vincere un torneo dello Slam”

Ivanisevic: “Raonic? Il mio obiettivo è fargli vincere un torneo dello Slam”

In un’intervista recentemente rilasciata ai microfoni di Marca, Goran Ivanisevic, nuovo coach di Milos Raonic, ha fissato l’obiettivo principale per questa nuova collaborazione, dichiarandosi deciso a puntare al bersaglio grosso.

di Davide Lahmid

Goran Ivanisevic non è nuovo alle grandi sfide, dal momento che ha firmato una delle più grande imprese della storia del nostro sport, se non dello sport tutto: vincere il prestigiosissimo torneo di Wimbledon da wild card, partendo dalla posizione numero 125 del ranking mondiale. Chiaro è pertanto come Goran sia abituato a porsi obiettivi ambiziosi, e all’alba di questa nuova avventura da coach di Raonic non ha certo rinunciato a questa sua abitudine. In una recente intervista che ha rilasciato ai colleghi di Marca, il croato si è difatti sbilanciato circa l’obiettivo principale che lui e il team dello spilungone canadese si sono posti, ovverosia di raggiungere il successo più ambito da ogni tennista, quello in un torneo del grande slam.
Se non si infortuna, Milos potrà essere un avversario molto pericoloso per tutti i colleghi la prossima stagione” afferma Goran, ben conscio delle grandi potenzialità di cui il canadese gode, potenzialità forse mai espresse in pieno; “Il mio obiettivo quindi è portarlo al trionfo in un torneo del Grande Slam, successo che Milos non ha ancora raggiunto“, aggiunge Goran rompendo gli indugi.

Il canadese si trova ora in oriente per la tournée asiatica, ma lui e Goran si ricongiungeranno per gli ultimi due importanti eventi della stagione, l’ATP 500 di Vienna e il Master 1000 di Parigi Bercy, con il proposito di porre le basi per una stagione 2019 vincente.

Goran si è poi pronunciato in merito alla situazione attuale del circuito maschile, e alla domanda se i successi dei veterani Nadal e Federer possano essere considerati un bene per il tennis ha preferito non sbilanciarsi: “Questa è una buona domanda; non saprei davvero dirti se è un bene o un male. Attualmente potrebbero essere senza problemi i migliori, ma Djokovic è tornato, mentre Murray non penso di poterlo mettere allo stesso livello degli altri tre“.

I colleghi di Marca hanno poi voluto riportare alla memoria del croato il dolce ricordo del leggendario successo di Wimbledon 2001, chiedendo a Goran se ritiene possibile che una cosa simile accada ai giorni nostri: “Penso sia difficile, ma niente è impossibile. Nel 2001 tutti pensavano che fosse impossibile per me vincere, ma nello sport si sono verificate molte sorprese folli e miracoli“, questa la risposta di Ivanisevic.

Il croato ha infine risposto ad una domanda circa il panorama sportivo croato, un ambiente che ha dimostrato di poter essere competitivo ad alti livelli in numerosissimi sport, come abbiamo avuto modo di vedere agli ultimi mondiali di calcio; “Abbiamo un grande cuore e non ci arrendiamo mai. Abbiamo voglia di far sapere  al mondo che siamo un paese molto piccolo ma che stiamo crescendo fortemente” ha affermato Ivanisevic, che ha poi aggiunto “La chiave del successo sportivo della Croazia? E’ un tratto tipico degli uomini dei Balcani, abbiamo un gran cuore….y grandes pelotas

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Enrico Sau - 2 settimane fa

    già ne hai vinto uno per sbaglio tu…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alessandro Ongaro - 2 settimane fa

    Muoviti però che comincia a invecchiare

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy