Juan Martin Del Potro: “Questo non è l’anno per vincere i tornei”

Juan Martin Del Potro: “Questo non è l’anno per vincere i tornei”

L’argentino è atterrato nel suo paese con l’obiettivo di preparare la stagione sulla terra. Il polso è ancora un problema, ma con un’intensità minore rispetto a prima

Juan Martin del Potro è tornato a giocare dopo l’infortunio al polso che lo ha costretto ai box per tutta la stagione 2014 in quel di Miami, sconfitto dal canadese Vasek Pospisil.
L’argentino è dunque tornato in patria per potersi preparare al meglio per la stagione sulla terra battuta, ed intervistato ha dichiarato come il ritorno nel circuito sia stato “una gioia, è stato grande poter giocare di nuovo”.
Tuttavia, “non poter giocare nelle condizioni ideali come tutti gli altri è davvero la parte più brutta con cui devo convivere, ma so che si tratta di un processo molto lungo. Alcuni giorni sto bene, dopo 4 – 5 giorni sto male, ma spero che in questo periodo di riposo si restringano i tempi, spero che piano piano i giorni in cui sto bene diventino più di quelli in cui sto male” ha dichiarato il gigante di Tandil.

Del Potro si allenerà con un occhio di riguardo per la terra battuta, il cui inizio di stagione è imminente: “Sono venuto in Argentina per allenarmi bene sulla terra, per poter giocare il prima possibile”. Il ritorno, tuttavia, non è ancora chiaro.
“Non credo che andrò a Montecarlo. Si tratta di un Master 1000 e la verità è che quest’anno devo scegliere tornei con maggiore flessibilità, devo cercare di evitare i migliori giocatori, almeno all’inizio. Certo, Montecarlo è un grande torneo che fa venire voglia di giocare” ha concluso l’argentino, lasciando dunque una porta aperta, anche se piccola, sulla possibilità di giocare il primo Master 1000 sul rosso della stagione.

Saranno questi giorni di tranquillità a decidere il torneo in cui Del Potro rientrerà a giocare sulla terra rossa, due anni dopo: “Lo devo decidere ora. Sono più di due anni che non gioco sulla terra battuta, è sempre stata una superficie difficile per me, ma ho voglia di giocare, non importa il luogo o il torneo, voglio solo continuare a sentirmi meglio e continuare a giocare“.

“O sarà Montecarlo, oppure il torneo seguente (Barcellona o Bucarest, ndr), ma non passerà molto tempo. Ho sempre detto che il miglior allenamento è restare in competizione, non restando fuori dal giro”.

dde

Juan Martin è consapevole della lunga strada che lo attende per tornare al vertice ed al momento non si può chiedere di vincere tornei o ottenere grandi risultati: “E’ questione di vincere, di allenarsi, di perdere, di provarci… e sapere che quest’anno va così per me. Non posso pensare, impazzire con i tornei, la classifica, le vittorie, ma concentrarmi sul fare un buon rientro dal punto di vista fisico, migliorare ogni giorno e una volta che mi sentirò al meglio, provare a pormi un obiettivo più importante”.

Del Potro è abituato a rientrare da zero, a ripartire da capo e tornare ai vertici del tennis mondiale. Sarà un percorso lungo, difficile, ma l’unica certezza è che se il fisico reggerà, l’argentino, presto o tardi, tornerà a vincere, come ha sempre fatto. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy