Kokkinakis: “Ecco come diventerò un top player”

Kokkinakis: “Ecco come diventerò un top player”

Kokkinakis spiega gli step da compiere per arrivare in vetta, analizzando anche le superfici di gioco di oggi.

A 19 anni, Thanasi Kokkinakis è già arrivato al 78 ° posto nella classifica ATP. Tuttavia, i suoi obiettivi sono molto più ambiziosi. Oggi viene considerato dagli addetti ai lavori uno dei migliori giovani, tra coloro che possono ritagliarsi il proprio spazio nella top ten.

In un’intervista a The Advertiser, il giovane australiano si è soffermato su alcuni aspetti del suo gioco che vorrebbe migliorare e ha analizzato anche la velocità delle superifici nel tennis di oggi con un riferimento diretto a Nadal.

Sento che posso migliorare ancora molte cose del mio gioco. Mi sento ancora un po’ grezzo. Ho bisogno di migliorare molto il resto, perché in molte partite mantengo il servizio abbastanza facilmente, ma ho più difficoltà nei game di risposta. Vorrei migliorare i riflessi in risposta alla prima di servizio, il mio rovescio e il mio gioco di rete “, ha detto Kokkinakis.

Il giocatore australiano ritiene che la concentrazione sia un aspetto molto sottovalutato nel tennis. “Bisogna rimanere concentrati dalla prima pallina. Guarda Djokovic. I migliori giocatori di solito sconfiggono i loro rivali, ancor prima di scendere in campo “, spiega Kokkinakis.

Inoltre, l’australiano analizza la situazione dei campi di oggi: “Il serve and volley è difficile da fare ora, perché i campi sono troppo lenti. C’è bisogno di variare. Le vittorie di Nadal a Wimbledon, hanno significato che c’è spazio per tutti gli stili”.

Infine, Kokkinakis ha espresso il desiderio di essere un giocatore competitivo su tutte le superfici, tra cui la terra: “La terra mi aiuta a migliorare il mio gioco, perché devi essere paziente, devi costruire punti, fare dei drop shot, perchè non è semplice fare dei vincenti o degli ace”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy