L’amore secondo Federer e Nadal da giovani

L’amore secondo Federer e Nadal da giovani

I due campioni di tennis, oggi icone morali e sportive, da giovani hanno espresso idee contrastanti sulla concezione di un aspetto importante per l’uomo: l’amore…

Commenta per primo!

AH: L’AMOUR…- L’amore in generale per l’uomo è qualcosa di salutare, che può renderlo felice, ma anche far vivere brutti momenti. Se per una persona, l’amore in generale è importante, figurarsi per uno sportivo, che, spesso, ha bisogno di un sostegno morale, nei momenti di successo e bui della propria carriera, che possono arrivare anche in base alla propria situazione sentimentale, oltre alla propria condizione, naturalmente. E anche due campioni come Roger Federer e Rafael Nadal nel corso della propria carriera hanno avuto momenti di trionfi e anche tonfi, con infortuni o exploit di altri giocatori, dunque, ecco che subentra ancor più il ruolo del partner. Entrambi hanno sempre sottolineato la vicinanza delle rispettive seconda metà, in particolar modo nei momenti difficili, marcando l’amore verso i due tennisti più grandi di sempre. Ma nel corso della loro vita, ognuno ha avuto un’opinione e vita sentimentale differente: infatti, nei giorni scorsi, sono circolate vecchie parole rilasciate sia da parte dell’elvetico che del maiorchino, ed entrambi, a loro modo, hanno sorpreso…

ROGER FEDERER: “DONNA IDEALE? UN MIX TRA PAMELA ANDERSON E…- 

jurafederer3

Nel corso della storia del tennis varie sono state le compagne di tennisti ad averli aiutati ad uscire da periodi bui, come l’ex tennista Mariana Simionescu e Loredana Berté che salvò suo marito Bjorn Borg dal suicidio nel 1989. Casi eroici in questo caso, ma anche Stefi Graf con Andre Agassi, uscito dal tunnel della roga e depressione anche grazie alla tedesca. Oggi non ci sono casi così eclatanti, ma come sottolineato spesso ad esempio da Federer, il partner, almeno ne suo caso è importante e motore del suo tennis, come in generale la sua famiglia. Proprio l’elvetico nel lontano marzo del 2000, anno in cui era al ridosso dei primi 50 al mondo prima del successo a Milano di 11 mesi dopo, rilasciò un’intervista alla Blick. In quell’occasione, il classe ’81 parlò del suo legame con le donne, dichiarando come non fosse inseguito da chissà quante fan…: “No, niente affatto. Non sono generalmente circondato da molte ragazze. Nessuno mi aspetta fuori la stanza d’albergo, ma non è un dramma, anche perché sono un ragazzo piuttosto timido e riservato.” Un giovane svizzero già con la testa sulle spalle, con l’obiettivo di vincere al più presto, prima di convertisti nel migliore di sempre. All’inizio del millennio veniva da una relazione e parlando della donna ideale…: “Ho avuto una relazione per molto tempo. Era fantastico. Poi sono arrivato al punto in cui volevo solo stare da solo.” e poi: “La mia donna ideale? Dovrebbe essere carina. Un mix tra Pamela Anderson e Cindy Crawford, e il gioco è finito. Ma ovviamente molte altre cose devono essere nel posto giusto.” Beh, da un Roger razionale alla controfigura legato ai sentimenti: non c’era, evidentemente, Mirka, che conobbe alle Olimpiadi di Sydney 2000, oggi moglie e madre dei suoi quattro figli, con i sogni erotici spediti in cantina. Si scherza naturalmente: un giovane alla ribalta, ironico e autocritico già allora, indicò le due americane, spinto dal fascino delle due belle, allora, giovani showgirl. Poi, l’amore vero, quello che lo ha aiutato a superare i momenti difficili, l’arrivo di Rafael Nadal, di continuare, ancora, anche a 37 anni, contro i pronostici. A quel tempo, Federer era soddisfatto dei suoi risultati: “L’obiettivo era raggiungere la top-200.” e alla domanda sulla vetta ATP: “Forse, non lo sappiamo. Quest’anno il mio obiettivo è vincere un titolo ATP. Ho ancora spazio per migliorare, il mio gioco non è ancora completo.” Dopo 18 anni, beh…si sarà sicuramente accontentato. Lo svizzero, appena uscito dai confini nazionali, era già umile come oggi, consapevole della propria forza, coraggioso come i campioni e pronto a tutto: “Ho sempre avuto queste ambizioni. A volte mi mancano i miei amici, uscire con loro. Ma non puoi avere tutto. Altri perdono molti viaggi, l’intera atmosfera internazionale, incontrando persone provenienti da tutto il mondo. Anche se a volte sei solo nella tua stanza d’albergo.” Anche Federer ha condiviso quanto sia importante l’autosufficienza, in particolare l’autodipendenza mentale. ‘Recentemente ho avuto un allenatore mentale che mi ha parlato molto e mi ha anche dato suggerimenti. Era importante per me. Quando gli dissi che non avevo più bisogno di lui, fu sorpreso. Lui certamente mi ha aiutato, ma alla fine devi sapere come comportarti da solo, rimanendo mentalmente in modo da poter essere al top per molto tempo.” L’aspetto mentale, migliorato sempre più, grazie ad allenatori e alla propria maturazione fondamentale per il suo gioco, migliorato sempre più. E poi, l’aspetto economico, lontano anni luce dal patrimonio odierno…: “Sì, ​​è incredibile. Quando torno a casa dopo una settimana con un assegno, ogni giorno sono incantato e immagino cosa potrei comprare con quei soldi. O quando pensi a cosa guadagnano gli altri durante un anno. Ma la maggior parte del denaro va via per spese e tasse.”

roger-mirka-federer-mailbag-lead

RAFAEL NADAL: “NO AL SESSO”

download

Pubblicato per le 22 in quanto fascia protetta, particolarmente con Rafael Nadal si toccano temi più “piccanti” a partire dalle sue campagne pubblicitarie che hanno fatto sognare migliaia di ragazze. Nel maggio del 2007, il Sunday Times intervistò il maiorchino in quel di Amburgo, due settimane prima del 21° compleanno e prima del Roland Garros, suo fortino. A quel tempo aveva già vinto due Slam, a Parigi, e una finale a Wimbledon, a luglio saranno due perdendo ancora dallo svizzero. Nel corso dell’intervista, parlò della sua giornata perfetta, attraversando anche per  l’argomento più piccante: il sesso. La giornata tipo era passare l’estate a Porto Cristo, vicino Maiorca, andando a pescare con i suoi zii, mangiando il pesce, poi guardando la partita di calcio la sera e partecipando alla festa con gli amici. “Niente sesso”, affermò Nadal. “Il sesso è importante nella vita, ma se hai una giornata perfetta, non hai tempo per il sesso.” A quel tempo Nadal era già coinvolta in una relazione romantica con Maria Francisca Perello, che è ancora la sua attuale, storica, fidanzata, con la quale dovrebbe sposarsi, e avere figli, dopo il ritiro. Il giornalista Paul Kimmage aveva rivelato che all’inizio Nadal non era così entusiasta di essere intervistato dal Times. Aveva detto che avrebbe pensato al Roland Garros solo quando sarebbe arrivato, non quando stava giocando eventi di preparazione. E a proposito della pressione lì dove veniva da 8 match consecutivi vinti, disse: “Puoi avere pressione solo se prima non vinci Montecarlo, Barcellona o Roma.” Mentre l’obiettivo, poi raggiunto nel 2008 dopo la vittoria di Wimbledon disse: “Questa è la motivazione, per migliorare il mio tennis e continuare a godermi il mio tempo in campo. Devo migliorare ogni giorno se voglio essere il n. 1.” Anche lui, come Federer, ha realizzato sogni e obiettivi: FEDAL. 

image5954

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy