L’annuncio del freddo Thiem dopo la vittoria su Federer: “Non giocherò le Olimpiadi a Rio”

L’annuncio del freddo Thiem dopo la vittoria su Federer: “Non giocherò le Olimpiadi a Rio”

L’austriaco Thiem batte per la prima volta Federer, una vittoria che ha lo stesso sapore delle altre. Per lui l’importante è il torneo. Poi annuncia che a Rio 2016 non parteciperà: “Sarò in Messico a giocare all’Atp 250 di Los Cabos”.

Freddo e impassibile come solo un teutonico sa essere. L’astro nascente del tennis austriaco Dominic Thiem non mostra emozioni dopo aver battuto per la prima volta l’ex numero 1 del mondo Roger Federer.  L’unico precedente risale a pochi mesi fa, a Brisbane, quando lo svizzero ebbe la meglio con un netto 6-1 6-4. Ora l’austriaco impatta sul’1 a 1, un pareggio nelle sfide dirette che pochi possono vantare contro Re Roger. Si scherza naturalmente, dopo solo due partite e con un Federer in evidenti precarie condizioni fisiche, la partita di oggi a Roma probabilmente era già segnata e Thiem non ha dovuto nemmeno andare oltre i suoi livelli per avere la meglio.

FAME DI VITTORIE – Forse anche per questo Dominic non dà a questa vittoria il prestigio che in altre situazioni meriterebbe. Thiem sembra essere concentrato e determinato a far bene nel Master Mille italiano. E’ in gran condizione e ha tanta fame di vittorie, come lui stesso ha detto in conferenza stampa: “In questa stagione sto giocando meglio rispetto agli ultimi due anni. Credo che per me sia anche il momento migliore dell’anno”.

PROVA DI MATURITA’ – E mostra anche grande lucidità e maturità nell’approccio al tabellone e agli avversari: “Ieri ho giocato meglio – ammette – ma c’erano condizioni diverse (Sousa non è certo Federer, ndr.)”. Ma che sapore a la prima vittoria con il tennista riconosciuto come il più forte di tutti i tempi? L’austriaco non si scompone e dimostra di essere concentrato sul torneo: “Questa vittoria non cambia nulla, siamo ancora nel mezzo del torneo quindi la strada è ancora lunga. Proverò a vincere anche domani”. E sarà un’altra grande prova per lui che aspetta il vincente dello scontro tra Gasquet e L’austriaco aggiunge lo scalpo di Federer a quello di Nadal, già battuto quest’anno sulla terra a Buenos Aires. Gli manca ora quello di Djokovic, affrontato due volte, contro cui non ha ancora vinto nemmeno un set. Sui big three non si sbilancia: “Sono tutti difficili da affrontare, naturalmente, e hanno tutti un tennis diverso. Per batterli non puoi giocare sempre allo stesso modo”.

NIENTE OLIMPIADI – Poi arriva l’annuncio a sorpresa sui Giochi in Brasile di questa estate: “Non giocherò le Olimpiadi, sarò in Messico per il torneo Atp 250 di Los Cabos in Messico. Ci sono tante ragioni che mi hanno spinto a non andare in Brasile, magari le spiegherò in un’altra occasione”.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gianlorenzo Marozzi - 1 anno fa

    È austriaco quindi capisce ben poco,amico. Che vo’ capi’ su tund!
    Forte però.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Siro Macellari - 1 anno fa

    Gianlorenzo Marozzi ufficiale: è pazzo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy