Laver Cup 2018, Roger Federer: “Spero che essere parte di qualcosa di unico invogli i giocatori a partecipare”

Laver Cup 2018, Roger Federer: “Spero che essere parte di qualcosa di unico invogli i giocatori a partecipare”

Il n. 1 del mondo, convinto sostenitore dell’esibizione, si sta dando da fare per sponsorizzare l’edizione 2018. Non sarà facile ripetere il successo del 2017, e molto dipenderà da eventuali forfait.

di Riccardo Artuso, @i2icky98

PESANTI ASPETTATIVE – Paragonata alle altre esibizioni in programma durante la stagione agonistica, la Laver Cup, alla sua prima edizione, si è risolta in un completo successo. Diversi fattori hanno concorso a farne la fortuna; lo stuzzicante layout basato sulla sfida Europa contro Resto del Mondo fra questi, ma soprattutto il roster di primissima qualità. Stimolati dalla novità dell’evento, dal prestigioso nome di Rod Laver e dalle esortazioni di Federer (che è fra i principali promotori di esso) – oltre che dal ricco ingaggio –, molti dei giocatori più in vista del momento si erano dati battaglia sul campo della O2 Arena di Praga: lo stesso Federer, Nadal, Zverev, Cilic, Thiem, Berdych, Verdasco per il vecchio continente e Querrey, Isner, Kyrgios, Sock, Shapovalov, Tiafoe e Kokkinakis per gli altri paesi. La sfida più grande per la nuova edizione sarà proprio non disattendere le aspettative.

Laver-Cup-2017-squadre-650x384

ENTRY LIST – In questi giorni Roger Federer è stato a Chicago (la città che ospiterà la kermesse quest’anno) insieme a Nick Kyrgios, John McEnroe e Rod Laver per pubblicizzare la Laver Cup 2018. La principale difficoltà deriva dalla calendarizzazione. L’esibizione dovrebbe avere luogo due settimane dopo gli Us Open, in un momento molto delicato della stagione, perché prelude alla stagione indoor e al gran finale, un periodo in cui i giocatori arrivano spesso stanchi e al limite della loro sopportazione. Un torneo in più da giocare potrebbe essere la goccia di troppo. “Penso che questa rimarrà una questione aperta fino al momento decisivo” dice lo svizzero al New York Times. “Spero che i giocatori possano essere invogliati dalla prospettiva di entrare a fare parte di qualcosa di unico, di fare parte di un team, su un palcoscenico che immagino sarà straordinario, e convinti a non mancare”. Il n. 1 al mondo ammette, però, “ci vuole un piccolo sacrifico per fare ciò”.

In occasione della Laver Cup 2017, Roger Federer e Rafa Nadal hanno giocato insieme in doppio per la prima volta nella loro carriera.
In occasione della Laver Cup 2017, Roger Federer e Rafa Nadal hanno giocato insieme in doppio per la prima volta nella loro carriera.
3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Annina Milza - 9 mesi fa

    Rivoglio il Fedal

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Annina Milza - 9 mesi fa

    Rivoglio il Fedal

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fabio Remus - 9 mesi fa

    Tornate a giocare in Coppa Davis

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy