Lucas Pouille: “Quando vinci, devi festeggiare degnamente”

Lucas Pouille: “Quando vinci, devi festeggiare degnamente”

Il francese n.16 del mondo, protagonista nelle ultime settimane in terra francese, parla della sua prima finale in assoluto in un torneo ATP, del suo primo trofeo conquistato, dell’importanza di giocare in Francia, e anche dell’importanza di celebrare degnamente la vittoria di un torneo

di Gabriele Congedo

Non ce l’ha fatta ieri Lucas Pouille, a vincere il secondo torneo consecutivo in Francia nel giro di tre settimane, dopo aver perso in 3 set la finale a Marsiglia contro il bravo Khachanov. Ma il 24enne transalpino è ormai non solo una speranza, ma una solida realtà del proprio paese, militando stabilmente nella top 20 mondiale, ed essendo stato recentemente protagonista nella vittoria della sua squadra nella finale di Davis Cup.

Intervistato dall’ATP, Pouille ricorda la sua prima finale in un torneo ATP, raggiunta nel 2016 a Bucarest, ma poi persa contro Verdasco: “Mi sentivo molto sicuro di me, stavo giocando un buon tennis, quindi mi sentivo eccitato all’idea di giocare la mia prima finale e conquistare il mio primo titolo ATP. A quell’età non è banale, di solito non finisci una settimana vincendo sempre. Ma in quella finale Verdasco ha prevalso, e devo accettarlo”. Pouille però, in quello stesso anno, si prenderà ancora molte soddisfazioni.

“Quello stesso anno, affamato di vittoria, ho raggiunto i quarti di finale a Wimbledon, poi di nuovo i quarti agli U.S. Open; dunque, sentendomi sicuro di me stesso, ho continuato a fare il mio gioco, sostenuto dal mio team e dalla mia famiglia, sicuro che il primo titolo sarebbe arrivato prima o poi”. La prima affermazione è infatti arrivata quello stesso anno, al Moselle Open, in finale contro Dominic Thiem. “E’ stato un momento emozionante, il mio primo titolo, è  stato bello vedere come il lavoro duro e la perseveranza alla fine ti portano dei trofei.”. “Ovviamente, giocare in casa, davanti al tuo pubblico che ti sostiene, è più facile e ti dà tanta carica; ma alla fine credo che il pubblico non sia stato scorretto, e contro Dominic è stata una bella finale”. 

Ma Pouille parla anche dei festeggiamenti dopo una vittoria importante: “Sono quel tipo di persona a cui piace festeggiare degnamente dopo un trionfo. Dai, se non festeggiamo abbastanza finchè siamo giovani e giochiamo, quando lo faremo?” “Dopo una buona settimana, ti meriti di festeggiare, con una buona cena, o andando per locali, coi tuoi amici più cari…devi renderlo un momento unico, da poter ricordare sempre”.

Tra i migliori amici di Pouille nel circuito c’è il belga David Goffin, con cui il francese ha trascorso le vacanze alle Maldive lo scorso Dicembre (anche insieme a Tsonga e relative fidanzate), e tutto ciò a pochi giorni di distanza dalla conclusione della finale di Coppa Davis Francia-Belgio, in cui i due erano avversari sul campo. Questo è anche il bello del tennis.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy