Matthew Ebden e la stagione del riscatto

Matthew Ebden e la stagione del riscatto

Il 30enne australiano ha ottenuto al Master 1000 di Shanghai la vittoria più importante della sua carriera, estromettendo dal torneo il numero 7 al mondo Dominic Thiem. Al prossimo turno affronterà il tedesco Gojowczyk ed in caso di successo migliorerà il suo best ranking, 43 al mondo proprio quest’estate.

di Lino Di Bonito

Mentre gli appassionati si soffermano sui comportamenti scorretti di Kyrgios sul campo e sui grandi progressi del giovane De Minaur, dalle retrovie c’è un  veterano che sta ottenendo grandi risultati ma sopratutto sta scalando grandi posizioni in classifica: Matthew Ebden. Dopo un lungo stop per infortunio, dov’era precipitato oltre la 600esima posizione, il tennista di Durban non si è dato per vinto ed ha continuato a lavorare sodo giorno per giorno, con il desiderio di poter tornare a competere con i grandi del tennis mondiale.

IL 2018 – Partito da numero 76 del ranking, grazie a varie risultati ottenuti tra circuito maggiore ed anche tornei Challenger è riuscito a guadagnare importanti posizioni in classifica che lo hanno permesso di ottenere teste di serie in molti tornei ATP. Come miglior risultato in stagione c’è da segnalare le due semifinale raggiunte, la prima sull’erba olandese di S’Hertogenbosch, perdendo dal francese Chardy e la seconda ottenuta in quel di Atlanta dove a sconfiggerlo è stato poi il campione del torneo, John Isner. A livello di circuito minore invece ha portato a casa il torneo di Busan, in Corea Del Sud, portandosi cosi a 4 il numero di Challenger conquistati in carriera.

VITTORIE PRESTIGIOSE – Nella giornata di ieri Matthew Ebden ha ottenuto la vittoria più prestigiosa della sua carriera, battendo il numero 7 al mondo Dominic Thiem con il punteggio di: 6-4 6-7(8) 7-6(4). Ma non è l’unica vittoria stagionale ottenuta contro un top player, infatti ad inizio anno si era imposto in 4 sets su John Isner agli Australian Open, inoltre ad Acapulco e s’-Hertogenbosch ha eliminato i rispettivi campioni in carica, Sam Querrey in tre parziali in Messico ed invece Gilles Muller in Olanda per 6-3 7-5. Altro importante risultato lo ha ottenuto al primo turno dei Championships asfaltando il belga David Goffin.

UN ESEMPIO PER TUTTI – In molti tra i media australiani si sono schierati a favore del 30enne di Durban, poiché per loro egli ha la giusta mentalità che dovrebbero avere tutti i suoi connazionali, sopratutto Kyrgios, il quale come già noto a molti dispone di un incredibile talento ma non è per niente dedito a questo sport e spesso in campo si lascia andare a dichiarazioni ed atteggiamenti del tutto fuori luogo. Mentre Ebden nonostante non abbia un talento fuori dal comune, ha lavorato duramente per essere qui dov’è adesso, rialzandosi sempre dopo ogni infortunio ed accettando anche di disputare, con la massima professionalità, tornei di fasce minori, pur di guadagnare importanti punti in classifica. Non deve essere un esempio solo per gli australiani già avviati nel circuito maggiore, ma anche per quelli che stanno gareggiando ancora tra gli juniores o chi magari naviga in basse posizioni e sta cercando di rialzare la china.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy