Miomir Kecmanovic: un nuovo talento serbo quasi pronto per il circuito

Miomir Kecmanovic: un nuovo talento serbo quasi pronto per il circuito

Ritratto del serbo attualmente n. 3 del ranking juniores è già da molti indicato come successore di Djokovic. Oggi ha vinto il suo primo titolo Challenger.

di Riccardo Artuso, @i2icky98

LE ORIGINI – Nato a Belgrado, come Nole, il 31 agosto 1999. Miomir Kecmanovic ha fatto il suo ingresso nel mondo dei professionisti quest’anno, ma è già qualche anno che fa parlare bene di sé fra i giovani. Figlio di medici benestanti, adesso vive in Florida con la zia e sua prima allenatrice Tanja e, dopo essere stato notato e apprezzato in Serbia da Nick Bollettieri, gioca nella sua IMG Academy a Bradenton. Oggi viene allenato da Miro Hrvatin, ex giocatore, e il suo team, ancora in uno stadio primordiale, è coadiuvato occasionalmente da Igor Cetojevic: i più informati se ne ricorderanno il nome perché, fra il 2010 e il 2011, è stato il nutrizionista a cui Nole si è affidato e che gli ha aperto la porta per i successi che di lì a poco sono arrivati. Sua, infatti, è stata l’idea della dieta gluten-free calibrata sulla celiachia dell’ex n. 1 serbo, la quale gli ha premesso di fare del fattore fisico un punto di forza. Ma non solo corpo; è stato spesso sottolineato, anche da Djokovic, come il lavoro svolto con Cetojevic avesse anche un risvolto psicologico non indifferente (e sappiamo tutti come la componente mentale sia sempre stata sapientemente ammaestrata del serbo).

sp-kecmanovic_620x0 (1)

TENNIS A STELLE E STRISCE – Come detto, Miomir vive e gioca ormai da qualche anno negli Stati Uniti, ed è lontano e al sicuro dalle pressioni dei media. I risultati di questa scelta si vedono: il suo colpo preferito è il diritto (che presenta una tendenza al famigerato “dritto killer”, ispirato, appunto, da Bollettieri) e gioca a due mani il rovescio. Nonostante il fatto che in Serbia, come qui da noi, la maggioranza dei campi siano in terra battuta, le sue superfici preferite sono quelle veloci – carattere tipicamente americano –, ma grazie al suo gioco completo e privo di evidenti punti deboli si esprime naturalmente bene sul mattone tritato, ed è qui, infatti, che ha vinto la maggioranza delle sue partite a livello Futures.

Miomir-Kecmanovic-i-Casper-Ruud-Edi-Her-2015-dubl-titula-1

A proposito di vittorie, è di stamattina la notizia del suo primo titolo in un Challenger a Suzhou, in Cina. Il giovane serbo ha trionfato per la prima volta nel circuito vassallo partendo fuori dal seeding, senza perdere un set e battendo le teste di serie numero 6, 8, 9 e, in finale, la n. 3 rumena Radu Albot 64 64. A 18 anni appena compiuti, tutti i segnali lasciano ben sperare.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Trimonti Maurizio - 1 anno fa

    Scusate quanti punti prende il vincitore degli atp finals?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Michele Monfasani - 1 anno fa

      1500

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Trimonti Maurizio - 1 anno fa

      Ok. Non me l’ero mai chiesto. Thanks.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Goran Jankov - 1 anno fa

      se le vince tutte prende 1500 punti, se perde una nei gironi prende 1300 punti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Goran Jankov - 1 anno fa

      2 anni fa nole ha perso da roger nei gironi e poi l’ha battuto in finale quindi ha preso 1300 punti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy