Montecarlo, Paolo Lorenzi supera un camaleontico Fabio Fognini

Montecarlo, Paolo Lorenzi supera un camaleontico Fabio Fognini

Lorenzi accede al secondo turno del torneo del principato, superando un Fognini che sembrava in controllo totale, prima di un inspiegabile blackout.

6 commenti

Ma che cosa combini Fabio? Potrebbe essere il titolo che meglio definisce, quello si è potuto “ammirare”, nel corso del derby fra i due azzurri, messi di fronte dal sorteggio, al primo turno del Master 1000 di Montecarlo, dopo essere stati compagni di doppio (e sconfitti), nella giornata di ieri.

Un match dall’ andamento indecifrabile, con il giocatore ligure che, al rientro dall’ infortunio agli addominali, mette in campo tutto il meglio del suo repertorio, dominando il primo set in lungo e in largo, eannichilendo un incolpevole Paolo Lorenzi, che in 30 minuti, si vede costretto ad incassare un 6-2 di pessimo auspicio per il proseguimento del suo match.

2220714-fognini-600x335

Completamente opposto l’ andamento del secondo set, con il numero 53 del mondo che tenta di rientrare in partita, trovando dall’ altra parte della rete un Fognini che sembra aver deciso che il suo incontro era già terminato. Lorenzi prende coraggio e vola via nel punteggio, riportando il match in parità con un 6-0 che lascia tutti perplessi, facendo sorgere dubbi su un ipotetico problema fisico di Fabio che sembra aver deciso di estromettersi dalla battaglia.

Neppure gli incitamenti di Flavia Pennetta dagli spalti riescono a scuotere il numero uno azzurro, che incassa anche i fischi del pubblico, spazi entità dall’ atteggiamento rinunciatari di Fognini, che cerca di accorciare gli scambi, e di controbattere le offensive di un galvanizzato Lorenzi, con ricerche del vincente che si trasformano quasi sempre in errori non forzati (alla fine del match saranno 40), e che mandano in archivio il match in un ora e ventuno minuti.

Al momento della stretta di mano, Fognini si è rivolto a Lorenzi con le parole: “Non avevo più forza nelle gambe”, giustificando il suo tracollo con una motivazione di carattere fisico, nonostante l’ impressione data sia stata quella di un incomprensibile blackout mentale.

Va comunque dato merito ad un sempre ammirevole Paolo Lorenzi, che ha avuto il merito di non scoraggiarsi e di continuare a fare la sua partita, guadagnandosi l’ onore e l’ onere, di disputare il secondo turno, contro un Gael Monfils in grande condizione.

P. Lorenzi b. F. Fognini 2-6 6-0 6-1

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Lucio Greco - 1 anno fa

    Recidivo!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Roberto Pezone - 1 anno fa

    Paolo, giocatore con testa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Egidio Pignata - 1 anno fa

    Sicuramente la Pennetta ti ha dato una mano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giovanna Usellini - 1 anno fa

    Bravo Paolo meritavi ok

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Cristiano Lensi - 1 anno fa

    “Fognini” e “inspiegabile blackout” non possono stare nella stessa frase.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Antonio Baldari - 1 anno fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy