Mouratoglou su Nadal: “Dovrebbe trovare un coach da affiancare a Toni”

Mouratoglou su Nadal: “Dovrebbe trovare un coach da affiancare a Toni”

Patrick Mouratoglou è convinto che bisognerebbe affiancare un nuovo coach a Toni, in modo da ridare a Nadal la possibilità di vincere ancora qualche Slam.

Commenta per primo!

Intervistato a Melbourne dove sta seguendo Serena, Patrìck Mouratoglou si dice convinto che se Rafa Nadal dovesse smettere di credere di poter tornare a puntare al top, molto presto, potrebbe ritirarsi dal tennis. Rafa ha perso molto più della semplice fiducia nei propri colpi. A dirlo non siamo noi, ma Patrick Mouratoglou.

Il coach di Serana Williams è infatti convinto che il vero problema del maiorchino sia l’aver perso velocità nel gioco di gambe. Rafa Nadal si muove più lentamente, dice il francese. Ed è questo il vero problema. Intervistato dopo la sconfitta dello spagnolo contro il connazionale Verdasco, l’allenatore francese si dice convinto che il mancino di Manacor non riesca più a coprire il campo come una volta. E di questo ne risente tutto il suo gioco. Fino a qualche anno fa, anche quando non giocava più il suo miglior tennis, comunque riusciva a tenere la palla in gioco e tornava sempre al centro per ripartire.

Giocava con grande intensità ed era difficile sconfiggerlo. Oggi, invece, non riesce più a fare tutto questo perché il suo gioco di gambe è molto più lento. Non sembra di vedere lo stesso giocatore che ci ha abituati a recuperi impossibili. “Il suo gioco di gambe è più lento del solito. Non so come possa tornare ad avere fiducia nei propri colpi se non viene supportato dal gioco di gambe”, dice Mouratoglou. “Questo è il motivo per il quale dubito che potrà tornare nuovamente al top”.

Come dichiarato dallo stesso tennista maiorchino, l’ex numero uno del mondo sta tentando di cambiare il suo stile di gioco. Ma, secondo il francese, quello scelto dal maiorchino non è lo stile per lui più adatto. Patrick, conclude, intervenendo sulla possibilità di un cambio di allenatore da parte di Rafa. “Non credo che, a questo punto della sua carriera, possa essere una buona cosa interrompere il rapporto di lavoro con lo zio Tony. Credo semmai che, invece, il tennista spagnolo potrebbe pensare di aggiungere qualche elemento all’interno del suo, ormai consolidato, staff. Se Nadal penserà di non essere più in grado di tornare al top, sicuramente, smetterà”. Parola di Mouratoglou!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy