Murray: “Questo è stato il mio anno più costante”

Murray: “Questo è stato il mio anno più costante”

Grazie alla recente vittoria al China Open, l’attuale numero 2 delle classifiche mondiali Andy Murray è diventato il 16esimo giocatore della storia ad aver conquistato 40 trofei ATP.

Quello conquistato domenica a Beijing è stato il quinto titolo della stagione per Murray, a cui vanno accostate le finali degli Australian Open, del Roland Garros e la vittoria olimpica di Rio.

È stato il mio anno più costante, sono arrivato in fondo a quasi tutti I tornei che ho disputato”, ha dichiarato Murray ai microfoni di Sky Sports dopo la finale. “Il match è stato di livello molto alto. Grigor ha combattuto fino alla fine ed è stato molto difficile chiudere in due set. Sono molto soddisfatto del modo in cui ho giocato in questi ultimi incontri. Ora non vedo l’ora di giocare a Shanghai.”

Al momento lo scozzese può contare 8.685 punti nella Race To London, solo 1.555 meno del capofila Novak Djokovic. Le possibilità di un sorpasso entro fine anno ci sono, considerato anche il fatto che ci sono da giocare ancora i Master 1000 di Shanghai e Parigi, le ATP Finals di Londra e che il momento di forma fisica e mentale del serbo non sembra dei migliori.

Ce la farà Andy a porre fine al dominio di Nole e dare inizio ad una nuova epoca?

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Peccato risulti antipatico a molti, attualmente ogni sua partita è un manuale di come si gioca a tennis.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy