Nadal: “Non sento più angoscia quando gioco”

Nadal: “Non sento più angoscia quando gioco”

Rafa Nadal pensa di stare molto bene dal punto di vista tennistico, ma sa di non essere ancora al cento per cento. A Londra per “lottare”.

Rafael Nadal debutterà questa sera contro Stan Wawrinka nella sua settima partecipazione alle ATP Finals, unico grande trofeo che non è ancora riuscito a sollevare al cielo. Il ragazzo di Manacor ha parlato a Canal Plus del suo anno, le sue vittorie in questo torneo e ha spiegato come è riuscito a recuperare il suo tennis per riuscire a diventare nuovamente competitivo.

Nadal sa bene che stare a Londra gli conferisce tranquillità e conta di migliorare ancora: “Mi piacerebbe continuare a provare le stesse sensazioni che ho provato negli ultimi tempi e per me questa è un’opportunità per allenarmi e prepararmi al meglio all’anno che verrà. Tanto la settimana di preparazione quanto le partite sono momenti che servono per terminare l’anno con sensazioni positive e per capire quali cose migliorare in vista del prossimo anno” , spiega il numero uno del tennis spagnolo.

Il 2015 di Nadal, come già è stato detto in più occasioni, è stato un anno di alti e bassi: molte sono state le emozioni incontrate. “Per me è stato un anno complicato perchè ho perso molte partite che non avrei dovuto perdere. Alcune perchè ho giocato male, altre perchè non avevo la sicurezza di riuscire a vincerle, ma alla fine sono riuscito ad arrivare qui da numero cinque del mondo. Se in un anno brutto sono riuscito a terminare fra i primi cinque, sei, sette del mondo, vuol dire che sono ad un livello sufficientemente alto per provare a pensare che il prossimo anno riuscirò a competere per obiettivi importanti“.

Nadal vuole spiegare come è riuscito ad arrivare a questo livello, come ha sofferto questi cambiamenti durante l’anno e nel suo gioco: “Abbiamo lavorato bene, sono stato molti mesi ad allenarmi più di quanto ho fatto negli ultimi anni. E’ vero che il fisico me lo sta permettendo, ma soprattutto la differenza è che riesco a mettere in pratica sul campo quello su cui abbiamo lavorato e che non sento più ansia e angoscia quando gioco. Questo mi permette di sfruttare al meglio allenamenti e partite: è una base importante“.

Sapendo che mentalmente è recuperato, Nadal ha poi voluto parlare del suo tennis. Qui il maiorchino visualizza buone opzioni e un futuro in ascesa. “Tennisticamente mi vedo bene. Sto giocando su una superficie complicata. Il recupero è in una fase molto positiva. Vedremo quello che succederà, ma mi sto preparando per lottare“. Nadal debutterà questa sera alle ore 21:00 italiane contro il numero 4 del mondo, Stan Wawrinka.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy