Nadal si prepara per il 2015. Saranno finiti gli infortuni?

Nadal si prepara per il 2015. Saranno finiti gli infortuni?

Rafael Nadal torna ad allenarsi a Maiorca per la stagione 2015. Riuscirà ad essere continuo e a non infortunarsi oppure si ripeterà il solito ciclo?

Rafael Nadal sta tornando. Il campione spagnolo in questi giorni  ha ricominciato ad allenarsi, nella sua Maiorca, in vista dell’inizio di stagione, che lo vedrà dover difendere i milleduecento punti guadagnati lo scorso anno in finale agli Australian Open contro Stanislas Wawrinka.
Per Nadal, vittima come al solito di vari infortuni tutti gli anni, si prospetta un ritorno più complicato rispetto alle altre volte in cui l’iberico, da mesi lontano dai campi di gioco, riusciva a rientrare e vincere immediatamente. Nadal ha infatti dichiarato come per lui saranno fondamentali i tornei di Abu Dhabi e Doha, in preparazione appunto all’appuntamento australiano.

nadin

Sembra però arrivato il punto massimo nella carriera di Nadal, il 2013 irripetibile probabilmente è e rimarrà l’anno migliore del maiorchino, che, per sua stessa ammissione, sembra destinato a non dominare più, neanche sulla terra rossa, anche se questo non toglie che Nadal rimanga il favorito numero uno per la conquista del Roland Garros, ad esempio, che andrebbe a completare una striscia consecutiva che ha visto Nadal trionfare in almeno uno Slam negli ultimi 9 anni. 10 anni consecutivi vincendo almeno uno slam sarebbero un traguardo incredibile e lo stesso Rafa ne è al corrente:
È una cosa che non ha fatto nessuno, è davvero tanto. Non so se ne sarò ancora capace. Quello su cui mi concentro è giocare bene, prepararmi e darmi l’opportunità di vincere quando arriverà il momento. Se si riesce ad arrivare alle fasi finali, può accadere di tutto”

Ed è proprio questa la verità. Può accadere di tutto. Nadal sta recuperando la forma fisica e sembra voler puntare ad almeno un paio di anni al top, prima di un eventuale ritiro, magari chissà, con un altro oro olimpico al collo.
Per quanto concerne l’immediato invece, la certezza è che l’appendicite non è più un problema, anche se forse mai lo è stata, il polso sembra funzionare, ginocchio idem e tutti gli altri arti sembrano a posto, quindi Nadal è da considerarsi a tutti gli effetti quasi recuperato.

Nonostante ciò, come scritto anche da noi in passato, gli infortuni di Nadal sono e saranno sempre un mistero. Ci si chiede infatti come sia possibile che un giocatore professionista, e che giocatore, continui ad infortunarsi e soprattutto perchè non si sappia mai la verità effettiva.
Stavolta sembra chiara e limpida la situazione, un’operazione per appendicite che è stata risolta e che permetterà al numero tre del mondo di tornare a giocarsi i tornei che contano dal prossimo anno, sperando magari per i nostalgici di rivedere una bella finale tra Rafa e Roger, che sarebbe, forse, anche un po’ triste pensando al fatto che potrebbe essere l’ultima, ma garantirebbe di rivivere una delle più grandi rivalità della storia ancora una volta. Certo, Nadal, infortuni e zio Tony permettendo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy