No all’orologio intelligente nel 2016

No all’orologio intelligente nel 2016

L’atp ha detto NO. Dopo le tante introduzioni nel mondo del tennis, la massima organizzazione ha deciso che l’orologio intelligente non si potrà più usare nel corso del 2016, i tutti i tornei, olimpiadi comprese.

Commenta per primo!

L’ATP ha annunciato che proibirà, in tutti i tornei del 2016, l’uso dell’orologio intelligente. Il massimo organismo del tennis maschile vuole, in questa maniera, evitare un possibile caso di ‘coaching‘ da parte del tennista con l’allenatore. “Gli orologi hanno la capacità di inviare e ricevere messaggi di testo e posta elettronica e per questo non sarà permesso indossarlo nelle partite” ha commentato l’ATP in un comunicato.

Il tennis e la tecnologia, questa volta, sembrano trattare linee differenti dopo che negli ultimi anni l’ATP ha spesso riconosciute ed assecondato l’avanzare delle nuove forme di teconologia. Il più grande passo fù ovviamente l’occhio di falco che ha segnato un cambio radicale nella storia del tennis. Grazie a tutti questi cambi, i tennisti possono disporre di dati specifici sulle loro prestazioni ed anche quelli sul loro avversario.

Caroline Wozniacki, Piotr Wozniacki

Mentre il ‘coaching’ resta ancora tabù per l’ATP, la WTA ha accettato questa nuova sfida. Gli allenatori infatti possono scendere in campo e parlare con le giocatrici, dando consigli sulla tattica o sui colpi da cercare nel resto della partita. L’orologio pero’ NO, è ritenuto “un’arma pericolosa”.

FONTE: PuntoDeBreak

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy