Novak Djokovic: “Non penso al Roland Garros, voglio dare il massimo qui”

Novak Djokovic: “Non penso al Roland Garros, voglio dare il massimo qui”

Il n. 1 del mondo è arrivato: ecco le parole di Novak Djokovic dopo il suo primo allenamento in vista dell’ingresso in campo alla 73esima edizione degli Internazionali Bnl d’Italia.

di Redazione Tennis Circus

Nella Sala stampa del Centrale è arrivato finalmente il n. 1 Novak Djokovic, che scenderà in campo al secondo turno contro il francese Robert. Ecco le sue dichiarazioni:

SU ANDY E AMÈLIE – “Non vedo l’ora di partecipare a questo torneo e fare del mio meglio. Non sento la pressione del Roland Garros, ora voglio essere solo focalizzato su Roma. Qui a Roma ho buoni ricordi”, ha detto il serbo. Sulla recente separazione tra Andy Murray e la coach Amèlie Mauresmo, ha detto: “Non so esattamente cos’è successo tra Andy e Amèlie. Certamente è sempre una sfida per chi è nel tour, e quindi anche per un allenatore, conciliare il proprio lavoro in giro per il mondo con la famiglia, la vita privata. Amèlie so che è madre da cinque-sei mesi: essere genitore è senza dubbio il lavoro più difficile del mondo, è dura farne un altro. In ogni caso tutti sono diversi, alcuni ci riescono. Nel nostro team cerchiamo tutti di stare bene e avere confidenza e amicizia reciproca, di avere un rapporto che va oltre al lavoro. Nel contempo cerchiamo sempre di conciliare al meglio lavoro e famiglia”.

BECKER – Djokovic ha poi parlato del suo rapporto con coach Boris Becker: “Boris è entrato nel mio team ormai due anni fa, a inizio 2014. All’inizio c’è voluto tempo per conoscerci, trovare feeling, capire i reciproci caratteri. Naturalmente eravamo tutti disposti ad ascoltarlo, è stato n. 1 del mondo, una vera leggenda del tennis, e mi ha dato tanti preziosi consigli. Ora siamo molto uniti”.

 

LE NUOVE LEVE – “Ci sono molti giovani in circolazione che prenderanno il nostro posto. D’altronde, è la vita, la ruota che gira. Io, Andy, Roger e Rafa siamo quelli che definiscono i Fab four, quelli che hanno vinto più Slam negli ultimi anni, ma non saremo eterni. E comunque non dimentichiamo che anche Marin Cilic e Stan Wawrinka hanno vinto Slam. Ragazzi come Thiem e Zverev sono già fortissimi e forse prenderanno il nostro posto”.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Selver Kadriu - 2 anni fa

    Io tifo Djokovic e capirai che spero in tutto a lui anche se sarà dura ma Roland Garros a Federer???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ambra Balsamo - 2 anni fa

    Roma a Djokovic..Roland Garros a Federer.e Wimbledon a Murrey….lo sappiamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy