Paul Annacone: “Allenare Federer è bello ma molto complicato”

Paul Annacone: “Allenare Federer è bello ma molto complicato”

L’ex allenatore di Roger Federer si esprime sulla nuova partnership tra lo svizzero e Ivan Ljubicic, ricordando il ruolo importante di Severin Luthi nello staff del tennista di Basilea.

Commenta per primo!

Roger Federer  giocherà nel 2016 senza Stefan Edberg, il suo idolo d’infanzia e attuale allenatore. Lo ha annunciato martedì, dopo due anni di collaborazione con l’ex campione svedese che sarà sostituito da Ivan Ljubicic, buon amico di Federer e suo ex rivale.

“E ‘stato un sogno che si è avverato” , ha detto Federer a proposito dell’esperienza con Edberg, ex numero 1 del mondo. “Anche se doveva essere solo per il 2014, Stefan è stato grande e ha deciso di estendere la partnership anche quest’anno, che ho molto apprezzato – ha spiegato Roger – Mi ha insegnato tanto, e la sua influenza sul mio gioco rimarrà. Egli sarà sempre una parte della mia squadra “.

paul-annacone-federer
Paul Annacone

Federer, attuale n 3, ha detto che Severin Luthi, il capitano svizzero di Coppa Davis, che lavora con lui dal 2008, sarebbe rimasto il suo allenatore capo. “Dovrebbe essere una facile transizione – ha detto Paul Annacone, ex allenatore di Federer – Severin è una specie di colla. Ivan sa quello che deve fare ma conoscere il tennis non é la cosa più complicata. Sono le dinamiche dell’ambiente. E l’ambiente di Roger è molto complicato. E’ bello, ma è complicato”.

Federer viaggia con la moglie, Mirka, ei suoi quattro figli e, come ambasciatore ufficioso del tennis maschile, ha giornate particolarmente piene. In una dichiarazione, Edberg ha confermato che ha allenato nel 2015 “con la consapevolezza che sarebbe stato l’ultimo anno, visto il tempo che prende questo impegno”.

FedererEdberg-600x337Lo svedese ha detto che Federer ha ancora la possibilità di vincere i grandi eventi. Ma Federer non ha vinto nessuno Slam durante i due anni con Edberg, perdendo da Novak Djokovic nel 2014 e 2015  le finali di Wimbledon e nel 2015 nella finale degli US Open.

Sotto Edberg, uno dei più grandi serve & volley dell’era moderna, Federer ha affinato le sue abilità offensive e recuperato da un difficile 2013, con un record di 73-12 nel 2014 e un record di 63-11 nel 2015.

Ljubicic, che ha recentemente lasciato lo staff tecnico della stella canadese Milos Raonic, avrà un compito difficile. “Quello che Ljubi sta per portare è la familiarità, l’esperienza e forse un po’ di nuova prospettiva, che è buono, a volte – ha detto Annacone – Sarà qualcosa di nuovo a cui pensare e in questa fase della carriera per un tennista di mentalità aperta come Roger è una buona cosa. Ma Ljubi dovrebbe parlare molto con Séverin. Ljubi e Roger si conoscono bene, ma una cosa é parlare di tennis, un’altra è sapere come fornire questa conoscenza nel modo esatto e farla sentire al giocatore”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy