I quarti di finale a Cincinnati

I quarti di finale a Cincinnati

La nostra consueta analisi della giornata tennistica a Cincinnati. Riflettori su Djokovic opposto a Wawrinka. Rinasce Dolgopolov. In campo femminile le big ampiamente favorite ma qualche insidia per Serena potrebbe arrivare da Ana Ivanovic.

La giornata degli ottavi di finale giocata ieri ci consegna un venerdì poco sorprendente in campo maschile. Chi doveva vincere ha vinto, anche se con qualche affanno.

A. Murray vs. R. Gasquet

Richard+Gasquet+2011+Open+Day+1+dsTgQdinn_Tl

Più di tutti ha rischiato Andy Murray, uscito vivo da un passaggio all’inferno, con ben due match point annullati a Grigor Dimitrov, che non giocava così dai tempi di Wimbledon 2014. Di solito, si dice, quello che non ti uccide ti rafforza, così oggi contro Richard Gasquet il n. 2 del mondo si ripropone ancora come favorito d’obbligo, ma il francese non gli darà vita facile. L’arma più spuntata dello scozzese infatti appare la risposta, mentre il servizio di Richard è molto in palla. Match per scommettitori raffinati.

Milos Raonic

R. Federer vs. F. Lopez

Chi si aspettava una ennesima riedizione dei match tra Roger Federer e Rafael Nadal è stato deluso. Forse anche illuso dalla conduzione che lo spagnolo ha tenuto del suo match contro il connazionale Feliciano Lopez. Ogni set tirato, specie il terzo, con pochissima capacità di incidere alla risposta e una straordinaria facilità del più vecchio dei due a prendere la rete. Una volta Nadal avrebbe tenuto a debita distanza il suo avversario, a suon di topponi roteanti e corse a perdifiato (del suo avversario, ben inteso). E invece no. Per ogni vincente faticosamente messo a segno, bisogna contare 4 palle con rimbalzo prima della linea del servizio. Mala tempora currunt, caro Zio Toni. Così nei quarti ci va Feliciano, continuando il leit-motiv del 2015, ovvero “nonni alla riscossa” (citofonare ultra-trentenni, a scelta, please).
Il Federer visto ieri era di un altro pianeta, cioè del suo. Il povero Kevin Anderson ha visto passare il Federalexpress, quello dei tempi aurei, e non se lo aspettava proprio. Feliciano appare davvero chiuso, anche se il suo stato di forma (già che c’era ha estromesso dal torneo i nostri Fognini e Bolelli, dopo un paio d’ore abbondanti con Nadal, senza la minima preoccupazione causata dai nostri villeggianti in terra americana).
Alexandr-Dolgopolov-img6887_668

A. Dolgopolov vs. T. Berdych

Gettando la penna (o la tastiera) oltre l’ostacolo, il vostro scriba dice che qui si annida la sorpresa del giorno. Per così dire. Ovvero la vittoria di Dolgopolov, che andrò prontamente a giocarmi nella speranza di vincere almeno qualcosina per la pizza. Berdych ha vivacchiato nel corso del torneo, destreggiandosi sicuramente meglio di quanto aveva fatto in terra canadese, ma questo Dolgopolov, folle (l’ace di seconda palla messo a segno ieri contro Janowicz sul 5-2 15-30 del secondo set è il chiaro segno dello squilibrio di questo funambolo del tennis) ed ispirato è la vera mina vagante del tabellone. Match da vedere anche per il confronto di stili: power tennis vs. anarchia.

N. Djokovic vs. S. Wawrinka

Scherzi del tabellone ai quarti di finale. Questa è chiaramente una partita da atto conclusivo del torneo. Djokovic ieri ha avuto una mezzora di appannamento contro un volenteroso David Goffin, poi ha ripreso in mano il match è ha devastato con un parziale di 26 punti a 4 il povero belga, uscito in stato confusionale dal centrale di Cincinnati. Stan Wawrinka ha passato la secondo partita del torneo a cercare se stesso, salvo poi ritrovarlo puntualmente poco prima della catastrofe. Oggi per Stan però c’è un elemento in più: fiducia e un avversario di grido. A mio parere un punto percentuale per la sorpresa (finirà in due set per Djokovic, lo sappiamo tutti, ma si tifa sempre per la sorpresa).

In campo femminile Serena Williams, dopo l’allenamento con la nostra volenterosa Karin Knapp, affronta Ana Ivanovic, in versione “up” per questo torneo. Match che potrebbe offrire qualche grattacapo a Serenona, ma non certo di più. Jelena Jankovic avrà facilmente ragione della brava Anna Karolina Schmiedlova, che dalle qualificazioni si è issata ai quarti di finale. Match aperto, ma con leggero favore per la Lucie Safarova (che ha faticato meno) contro Elena Svitolina, mentre pronostico piuttosto facile Simona Halep che affronta una Anastasia Pavlyuchenkova che ha sorpreso se stessa forse prima degli esperti nell’arrivare fin qui.

Il programma completo con i doppi maschili e femminili lo trovate a questo link.

Buon tennis a tutti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy