Rafa Nadal: un altro ritiro alle Finals

Rafa Nadal: un altro ritiro alle Finals

Rafael Nadal non parteciperà per la quarta volta in carriera alle Finals, questa volta per operarsi di appendicite, problema che da tempo lo costringe a non rendere al massimo durante i suoi match. Di S. Marasi

Clamoroso, ma neanche troppo. Come (purtroppo, ndr) ci ha abituati da qualche anno a questa parte, Rafael Nadal, attualmente sceso alla terza posizione del ranking, stando ad alcune voci abbastanza affidabili, non parteciperà alle Finals di Londra, a causa dei dolori di appendicite che accusa da qualche settimana. A dare la notizia è l’emittente spagnola IB3, da sempre molto vicina alle vicende del giocatore maiorchino. Disputerà comunque i tornei di Basilea e probabilmente anche quello di Parigi-Bercy, al termine del quale andrà sotto i ferri per tornare nella prossima stagione, al top della forma.

Questi problemi di salute lo avevano costretto all’eliminazione dai tornei cinesi di Pechino e Shanghai, dove era rientrato dopo il suo ennesimo infortunio, stavolta al polso destro. E già, perché, come ben sappiamo, quello dell’appendicite non è l’unico problema che quest’anno non ha permesso a Nadal di giocare al meglio questa seconda parte di stagione. Dopo la cocente eliminazione prematura a Wimbledon, Rafa non ha potuto più giocare al 100%, prima per il problema al polso, poi per l’appendicite.

http://youtu.be/8MFsOG-vYmE

Per il primo problema ha dovuto saltare, oltre ai due Masters 1000, di cui tra l’altro deteneva il titolo di campione, anche l’ultimo Slam dell’anno, gli US Open. Questo ha comportato la sua discesa nella classifica. Al tanto sperato rientro nel 500 di Pechino, ha dovuto gettare la spugna contro lo slovacco Klizan, non proprio un campione affermato. In questo torneo molti speravano la sua rinascita, e di vedere Nadal finalmente tornato quello di prima.

Purtroppo, però, l’appendicite di cui già soffriva da qualche tempo è tornata ad acutizzarsi, compromettendo il suo rientro. Ci riprova nel Masters 1000 seguente, quello di Shanghai, dove però a sconfiggerlo ci pensa Feliciano Lopez. Dopo la sconfitta Nadal ribadisce i propri problemi di salute ma smentendo allo stesso tempo voci di una sua operazione prima del Masters. Pochi giorni dopo arriva un invito di Santiago Giraldo a non aspettare troppo per l’operazione. Il colombiano, infatti, già nel 2012 andò incontro alla malattia ma aspettò ad operarsi. Questo gli costò caro: in una sua intervista ha riferito che a causa degli effetti postumi al suo tardivo intervento, non poté giocare fino all’inizio del 2013, sentendosi addirittura quasi come per morire.

https://twitter.com/esportsib3tv/status/522360240336297984

Forse queste parole hanno sensibilizzato Rafa, che ha pensato bene di mettere davanti a tutto la salute. Questo significherà mancare all’appuntamento delle Finals per la quarta volta e tentare di vincere questo torneo per la prima volta dall’anno prossimo, confidando anche nella buona sorte e sperando di non incappare in ulteriori infortuni.

A “beneficiare”, se così si può dire, di questo infortunio sarà molto probabilmente Andy Murray, che proprio pochi giorni fa criticò il criterio di accesso alle Finals per i vincitori di uno Slam.
Di Simone Marasi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy