Rafael Nadal: “Roger Federer ed io abbiamo dato molto al tennis”

Rafael Nadal: “Roger Federer ed io abbiamo dato molto al tennis”

Lo spagnolo intervistato da L’Equipe parla della stagione 2017 appena conclusa e commenta le recenti parole di Marat Safin

di Franco Campagna

Rafael Nadal è stato premiato come miglior atleta maschile dell’anno insieme a Roger Federer dalla rivista L’Equipe. Così come ha fatto con lo svizzero, il giornale francese ha ottenuto un’intervista esclusiva con l’attuale numero 1 mondiale che ha parlato delle poche differenze tra la loro stagione: “Non era una cosa ovvia, immaginare che ci saremmo affrontati per i titoli migliori dopo i nostri infortuni nel 2016″, ha detto Nadal. “Che tu ci metta alla pari, lo trovo normale. Non è facile analizzare le nostre stagioni perché c’è del buono in entrambe. [sorride] Si potrebbe dire che quello che ha fatto lui è stato più impressionante perché è più vecchio di me. Questo è un argomento puramente matematico. È riuscito a vincere molto giocando un po’ meno. D’altra parte, io ho giocato molto e sono stato produttivo per tutto l’anno su tutte le superfici”.

All’inizio di dicembre, Marat Safin ha detto che c’è qualcosa di sbagliato nel tennis se, confrontando la situazione attuale con il 2009 quando si è ritirato, i primi 10 giocatori sono quasi gli stessi e che Federer, Nadal sono ancora dominanti. “Ho sentito supposizioni sul fatto che a 31 e 36 anni avremmo dovuto essere sorpassati da giocatori più giovani”, ha commentato lo spagnolo . “Ma dedurre da questa teoria che il tennis abbia un problema mi sembra esagerato. Penso nonostante tutto che, nelle nostre rispettive carriere, io e Roger abbiamo portato molto al gioco e lo stiamo ancora facendo. Ma i giovani giocatori stanno emergendo molto bene dal gruppo e sembra ovvio che questa tendenza continuerà nel 2018. A poco a poco, ciò che descrive Safin cambierà”. Il gioco di Nadal è molto diverso dal 2005. Si è evoluto perché anche il gioco si è evoluto, ma ” soprattutto a causa di tutti i miei problemi fisici “, ha spiegato.

roger_federer_rafa_nadal_getty

“Ho dovuto adattare il mio corpo di conseguenza, cercare soluzioni per proteggerne alcune parti. La maggior parte dei miei avversari non ha avuto tanti problemi come quelli che ho avuto io. Senza di loro, probabilmente avrei migliorato più cose, ma non perché ero obbligato a farlo. In ogni caso, siamo costretti a continuare a muoverci, perché più il tempo passa, più perdi fisicamente. Ho avuto alti e bassi come tutti. Inoltre, i miei dubbi sono sempre lì e ci saranno per il resto della mia vita, ma so che normalmente, se mantengo la fiducia in me stesso, tornerò sempre più o meno al mio livello, se il mio corpo tiene”

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Curzio Tamagni - 10 mesi fa

    Grandi campioni !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Enzo Chiarolanza - 10 mesi fa

    siete stati davvero favolosi..
    siete l essenza del tennis..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Brunella Tamagna - 10 mesi fa

    Siete stati mostruosi. Il vs. 2017 è stato fantastico. Comunque forza NADAL

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Barbara Leucci - 10 mesi fa

    Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Giovanni Mazzucchelli - 10 mesi fa

    Siete il tennis

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Andrea Robotti - 10 mesi fa

      tu sei elvetico???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giovanni Mazzucchelli - 10 mesi fa

      Andrea Robotti il rovescio di Dio…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Giovanni Mazzucchelli - 10 mesi fa

      Andrea Robotti il rovescio di Dio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Mario Iob - 10 mesi fa

      quello di ROGER spero che tu intenda

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Giovanni Mazzucchelli - 10 mesi fa

      Non hai visto quello di Andrea Robotti

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy